Tempo di lettura: 2 Minuti

Colloqui su Skype? Al Liceo Classico B. Telesio di Cosenza si può

Colloqui su Skype? Al Liceo Classico B. Telesio di Cosenza si può

Grazie ad un sapiente uso delle nuove tecnologie, la scuola viene sempre più incontro alle esigenze di un’utenza che deve trovare nella scuola un mome

La disinformazione nel mirino di Facebook: ecco nuovi strumenti
La bellezza è molto più che tacchi e un po’ di trucco sul viso
Ciclisti e zanzare, che ci fate al TG USA 2.0?

Grazie ad un sapiente uso delle nuove tecnologie, la scuola viene sempre più incontro alle esigenze di un’utenza che deve trovare nella scuola un momento di di disponibilità al dialogo. #FacceCaso.

Il Dirigente Scolastico ing. Antonio Iaconianni ha deciso che dal prossimo anno scolastico il Liceo Classico ‘B. Talesio’ di Cosenza offrirà ai genitori la possibilità di colloquiare con i docenti della scuola anche via Skype.

Grazie ad un sapiente uso delle nuove tecnologie, la scuola viene sempre più incontro alle esigenze di un’utenza che deve trovare nella scuola un momento di di disponibilità al dialogo.

Il Dirigente Scolastico ha commentato. “Si tratta di un altro importante tassello che inseriamo per un progetto di scuola moderna ed al passo con i tempi che cercano ogni modo di mettere l’utenza, quindi gli studenti e le loro famiglie, al primo posto”.

“I colloqui dei docenti con i genitori via Skype (che avranno come ogni nostra attività una dettagliata regolamentazione e che hanno già visto una prima adesione di qualche docente) rendono la nostra scuola tra le primissime in Italia in un percorso di modernizzazione atto a facilitare le relazioni tra le famiglie e l’istituzione scolastica”.

“Occorre oggi più che mai, incentivare e promuovere un percorso teso alla realizzazione della corresponsabilità educativa tra scuola e famiglie, usando tutti gli strumenti che le nuove tecnologie ci mettono a disposizione, per favorire un lavoro sinergico di tutti coloro che ruotano intorno al mondo della scuola”.

Prosegue. “Il Liceo ‘Talesio’ è la scuola che accoglie e che mette in atto tutte le strategie affinché il dialogo con le famiglie, come momento prezioso di attenzione della scuola verso gli studenti, possa essere il più possibile facilitato incontrando i docenti da casa dall’ufficio”.

Iaconianni conclude. “Sono convinto che una seria azione di miglioramento del sistema dell’istruzione, e quindi più in generale dell’innovazione in campo pedagogico, sia un’operazione da intraprendere in modo condiviso coinvolgendo il più possibile le famiglie che devono trovare nella scuola il migliore interlocutore istituzionale per la crescita dei propri figli”.

“Resta ferma, è ovvio, la mia personale disponibilità, quella dei miei più stretti collaboratori e dei docenti tutti, ad incontrare di persona tutti quei genitori che lo vorranno. Quella di Skype è solo un’opportunità in più che offriamo!”.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0