Tempo di lettura: 1 Minuti

Università, asse Perugia – Stati Uniti: accordi con Princeton e il City College di New York.

Università, asse Perugia – Stati Uniti: accordi con Princeton e il City College di New York.

Una bella storia, scopriamo di che si tratta. L'Università di Perugia vuole sempre più internazionalizzarsi. Lo testimonia, la scelta di rafforzare l

Junker: l’app per la raccolta differenziata di Torino
Università: ma quanto costa davvero?
Giornali a scuola: Di Maio dice no

Una bella storia, scopriamo di che si tratta.

L’Università di Perugia vuole sempre più internazionalizzarsi. Lo testimonia, la scelta di rafforzare la collaborazione didattica e scientifica con due prestigiosi atenei statunitensi.

Nella mattinata di oggi, il Magnifico Rettore Franco Moriconi e Elena Stanghellini, delegato per le relazioni internazionali, hanno accolto la delegazione guidata dalla dottoressa Joan Migliori del Queens College, direttrice del John D. Calandra Italian American instituite di New York.

L’istituto, fondato dal senatore italo-americano Calandra, promuove lo scambio culturale e scientifico, concedendo borse di studio per gli studenti americani desiderosi di studiare nel nostro paese. Una cooperazione, quelle tra le due università, che ha già prodotto i primi risultati.

Studenti dagli Stati Uniti hanno partecipato ai bandi di dottorato di ricerca dell’ateneo, e una studentessa laureata in ingegneria, Benedetta Pioppi, ha trascorso un periodo di ricerca al CCNY, usufruendo anche degli alloggi del College Italia.

Il secondo accordo, sottoscritto recentemente tra Perugia e la Princeton University, ha dato vita a corsi di dottorato avanzati nel capoluogo umbro e presso l’Ateneo Usa, dove l’ingegner Fabiani, dottoranda, sta svolgendo attività di ricerca congiunta e formazione.

Un’intesa, che ci auguriamo possa continuare nell’interesse degli studenti!

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0