Tempo di lettura: 3 Minuti

Varese, dà 9 a tutti i suoi studenti: insegnante indagata per falso

Varese, dà 9 a tutti i suoi studenti: insegnante indagata per falso

La vicenda risale all’anno scolastico 2014-2015, nel liceo scientifico Galileo Ferraris di Varese. Un'insegnante, ora indagata e a processo per falso

Il Liceo Pascal di S. Antonio Abate a lezione di Costituzione
Mia figlia è lesbica, tutta colpa dell’università di Udine
Dal mondo alla Liguria per una rassegna di tutto rispetto

La vicenda risale all’anno scolastico 2014-2015, nel liceo scientifico Galileo Ferraris di Varese.

Un’insegnante, ora indagata e a processo per falso, avrebbe concesso il voto di 9 a tutti gli studenti senza verificare le loro conoscenze.

A denunciare la vicenda sono stati il preside e la scuola, che alla fine dell’anno hanno trovato nei percorsi e nelle valutazioni finali della seconda e terza liceo affidate all’insegnante, un panorama alquanto insolito.

Tutti gli alunni erano stati promossi con voto 9, a parte un unico ragazzo promosso con un 8 e mezzo, per ragioni ancora da chiarire, ed in più mancavano all’appello negli ultimi periodi dell’anno verifiche ed interrogazioni, che da quanto testimoniato dai ragazzi erano state di fatto abolite ed evitate dall’insegnante fino ad arrivare ad un collettivo 9 politico generosamente concesso a tutti gli studenti.

Le ragioni di questa strana ed anomala condotta da parte della docente sono ancora da chiarire. Questa è un’insegnante palermitana che da precaria ha girato varie scuole italiane fino ad arrivare a quella varesina dove il suo comportamento è improvvisamente diventato inspiegabile.

Alla causa di ciò potrebbero, per quanto ne sappiamo, esserci una sua improvvisa pigrizia per cui guidata dalla scetticismo avrebbe abbandonato qualunque intenzione di svolgere il proprio dovere, o una grande delusione dovuta, chissà, ad una ingestibile condotta della classe.

O ancora, vicende personali o legate all’ambiente scolastico. Tutto ciò che ora si sa è che nell’ultimo periodo aveva quasi completamente smesso di fare lezione, facendo sì che la didattica rimanesse carente ed insoddisfatta.

Gli alunni dell’anno successivo sono stati presentati ai nuovi docenti come ammessi con probabili lacune e carenze da colmare nell’anno, cosa avvenuta con successo come garantito dal preside Giuseppe Carcano.

La docente, insegnante di matematica e fisica, avrebbe dunque influito negativamente su due materie di indirizzo, molto importanti ed essenziali in un liceo scientifico.

Quanto non si sa ancora oggi verrà fuori dall’interrogazione in sede giudiziaria a cui sarà sottoposta la docente. Ironico, verrebbe da dire, secondo la legge dantesca del contrappasso, dal momento che di interrogazioni negli ultimi tempi nella sua classe se ne era davvero persa traccia.

#FacceCaso.

Di Alessandro Luna

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0