Tempo di lettura: 1 Minuti

Svegliarsi in un incubo: il mistero della paralisi del sonno

Presenze estranee nella stanza, sgradevole sensazione di essere toccati o schiacciati.. e tu sei mai stato vittima della paralisi del sonno? #FacceCas

Parliamo di droga. Puntata 2: la marijuana
Parliamo di droga. Puntata 4: l’ecstasy
College decision: il nuovo trend di YouTube

Presenze estranee nella stanza, sgradevole sensazione di essere toccati o schiacciati.. e tu sei mai stato vittima della paralisi del sonno? #FacceCaso

Vi è mai capitato di ritrovarvi svegli ma come paralizzati durante il sonno? Per la scienza questo fenomeno ha un nome e si chiama “paralisi ipnagogica”.

In poche parole si tratta di un malfunzionamento che si può verificare mentre dormiamo. Nella fase REM del sonno, quella in cui avvengono i sonni vividi, i nostri occhi si muovono, ma il corpo è immobile, con i muscoli paralizzati per un meccanismo fisiologico. Quando ci si risveglia nel momento in cui i muscoli non hanno ripreso il loro tono, ci si ritrova coscienti ma incapaci di muoversi. L’elemento centrale di questa esperienza è il terrore, causato da una iper-attivazione dell’amigdala, la parte del cervello responsabile di ansia e paura.

Stando alle statistiche, il 40% delle persone almeno una volta nella vita sperimenta la paralisi del sonno inconsapevolmente ed la associa ad un “brutto sogno”.

Presenze estranee nella stanza, sgradevole sensazione di essere toccati o schiacciati.. il fenomeno è noto fin dai tempi antichi e per spiegarlo si è sempre ricorsi all’intervento di streghe, demoni o forse oscure. I Greci parlavano di pnigalion, nella cultura Inuit si parla di uno spirito malvagio che cerca di impossessarsi del corpo del dormiente, in Giappone il “demone” in questione si chiama Kanashibari. Solo oggi grazie ai progressi delle neuroscienze è stato possibile spiegare (almeno in parte) di cosa si tratta.

E tu sei mai stato vittima della paralisi del sonno? #FacceCaso

Di Francesca Romana Veriani

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0