Tempo di lettura: 1 Minuti

Ansia e depressione, la nuova pandemia da combattere. Davvero!

Ansia e depressione, la nuova pandemia da combattere. Davvero!

Recenti studi evidenziano come la salute mentale degli italiani sia in declino, soprattutto quella dei giovani. E ansia e depressione la fanno da padr

Parliamo di droga. Puntata 2: la marijuana
Salute mentale durante la quarantena: i consigli dell’OMS su come mantenerla!
Ansia da esame? Prendi un bel respiro e leggi questo articolo

Recenti studi evidenziano come la salute mentale degli italiani sia in declino, soprattutto quella dei giovani. E ansia e depressione la fanno da padrone…

L’ansia è un sentimento che si manifesta in seguito alla percezione di uno stimolo ritenuto minaccioso e nei cui confronti non ci riteniamo sufficientemente capaci di reagire.
Tra i sintomi troviamo tensioni muscolari, mancanza di energia, nausea, problemi digestivi, difficoltà a dormire e la sensazione di avere un peso sul cuore.
La depressione è un disturbo del tono dell’umore, che è generalmente flessibile sia verso l’alto (felicità) che verso il basso (tristezza).

Per chi ne soffre invece è costantemente verso il basso.

Questo comporta una mancanza patologica di energia, frequenti e intensi stati di insoddisfazione, costante malumore, convivere con pensieri negativi e pessimisti, su di sé e sugli altri.
E ancora alterazione dell’umore, auto-colpe, desideri auto-punitivi ed agitazione. In alcuni casi è accompagnata anche da anoressia ed insonnia.

Secondo un recente studio condotto da esperti in psicoterapia dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

oltre il 40% degli italiani ha avuto un peggioramento dei sintomi di ansia e depressione durante il lockdown del 2020 e più del 60% dei soggetti ha riscontrato una riduzione della qualità di vita. Inoltre una ricerca dell’Ospedale pediatrico Bambin Gesù evidenzia come il tasso dei sucidi e di autolesionismo in Italia sia aumentato del 30% nella fascia dei 10-24 anni.

Non è solo la pandemia la causa di questo aumento generale di malessere sia fisico che mentale, ma anche la più recente guerra scoppiata fra Russia ed Ucraina, che ha scatenato sentimenti di incertezza, timore e sconforto.
Noi giovani siamo le principali vittime di questo nemico astratto e senza corpo.
Perseguitati da una costante paura del futuro, ormai rassegnati e arrendevoli al fatto che nel giro di pochi decenni il nostro mondo cambierà a causa del riscaldamento globale, trasformati radicalmente da una pandemia che fa parte delle nostre vite da più di due anni e chissà per quanto altro tempo, impauriti dalle conseguenze della guerra e le sue possibili evoluzioni.

Insomma, che ansia.

La salute mentale non è un problema da sottovalutare, soprattutto dopo un quadro drammatico del genere, per questo c’è chi si batte per il bonus psicologo e fortunatamente sono state fatte molte iniziative per dare supporto gratuito (o quasi) per la tutela del proprio benessere mentale.
Fra queste Dimmy, servizio online 7 giorni su 7, che offre sedute con esperti a prezzi calmierati ed una linea telefonica gratuita cui risponde uno psicologo (06-8411518); anche Sygmund fornisce sedute online a prezzi scontati per i minori di 25 anni ed Unobravo, servizio di psicologi online da tutta Italia.

Purtroppo la società in cui viviamo tende a sminuire i problemi mentali e a farne oggetto di vergogna. “Devo andare da uno psicologo” è una frase temuta ma in realtà chiedere aiuto è il gesto più coraggioso che possiamo fare.

#FacceCaso

Di Alice Fuschiotto

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0