Tempo di lettura: 1 Minuti

Federmeccanica sfata i luoghi comuni sull’alternanza

Federmeccanica sfata i luoghi comuni sull’alternanza

Federmeccanica presenta un cortometraggio per sensibilizzare sull’importanza dell’Alternanza. È davvero così malvagia o si può salvare? Il regista Ma

Alternanza scuola-lavoro: a che punto siamo?
Alternanza scuola-lavoro? Va bene anche studiare all’ estero
Advancing Young Professionals: JP Morgan per la scuola

Federmeccanica presenta un cortometraggio per sensibilizzare sull’importanza dell’Alternanza. È davvero così malvagia o si può salvare?

Il regista Massimiliano Bruno ha realizzato un cortometraggio sull’alternanza scuola-lavoro, voluto da Federmeccanica. L’idea nasce con l’intento di farne capire il valore a studenti, genitori, insegnanti e imprese.
E così nell’idea del valore formativo e del cambiamento che porta nella scuola, ecco che giovedì scorso si presenta il documentario.

“Beata Alternanza” è il titolo, mostrato presso l’Aula Magna dell’ITIS Enrico Fermi di Roma alla presenza di numerosi studenti della provincia di Roma, del regista e interprete Massimiliano Bruno con parte del cast e del Capo segreteria tecnica del Miur, Oscar Pasquali.
Si è aperto così, per tutte le componenti della scuola e delle famiglie, il dibattito sui pregiudizi che circondano questo tema.

Il cast poi è importante, di quelli che danno un peso maggiore a ciò di cui stiamo parlando: Emanuela Fanelli, Luca Angeletti, Maria Vittoria Argenti, Guglielmo Poggi.
L’ambientazione è una classe in cui si alternano pregiudizi e il diario dell’esperienza d’azienda vissuta da uno studente. All’inizio pensava a una prigionia, infine la piacevole scoperta.

Cinque i luoghi comuni che si mira a sfatare:
1) “Mio padre dice che è una perdita di tempo, mi distrae dallo studio!”
2) “Ma sul serio si vogliono mandare i nostri studenti in fabbrica? Anche le donne? E l’italiano, la matematica, l’inglese? ”
3) “Ho letto sul giornale che è un altro modo per sfruttarci!”
4) “Devo cercamela da sola l’azienda? E se mi mettono a fare le fotocopie?”
5) Mio zio che è imprenditore si lamenta sempre…“Ma chi me lo fa fare di avere in giro per la mia azienda tutti questi ragazzini che non sanno fare nulla?”

Il tutto è un’iniziativa curata dal progetto Traineeship ed è stato realizzato con il contributo di 18 associazioni industriali territoriali.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0