Tempo di lettura: 3 Minuti

Sorbolo: l’appalto della scuola sarà affidato entro il 2019

Sorbolo: l’appalto della scuola sarà affidato entro il 2019

Il concorso di progettazione è stato vinto dagli architetti Alessandro Gattara e Lucio Serpagli. #FacceCaso. Il plesso scolastico di Sorbolo è a poch

Ma la Pasqua a tavola è meno tradizionale?
Perché gli studenti italiani non scelgono più Beni Culturali? Lo abbiamo chiesto ad un prof!
WhatsApp: videochiamate di gruppo più vicine che mai

Il concorso di progettazione è stato vinto dagli architetti Alessandro Gattara e Lucio Serpagli. #FacceCaso.

Il plesso scolastico di Sorbolo è a pochi passi dalla realizzazione. Il finanziamento per la costruzione ammonta a 4,1 milioni di euro e il concorso di progettazione è stato vinto dagli architetti Alessandro Gattara e Lucio Serpagli, ai quali è stato destinato un premio di 25mila euro.

Mercoledì il sindaco Nicola Cesari, accompagnato dal consigliere regionale Massimo Iotti e con il senatore Giorgio Pagliari, ha incontrato la ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli.

Se tutto va bene, l’appalto sarà affidato entro il 2019 e la scuola dovrebbe essere pronto in gennaio 2020.

La Regione si è detta molto soddisfatta del risultato ottenuto. “Attorno al progetto della scuola innovativa e Sorbolo sta ridisegnando il suo modello di sviluppo incentrato sul tema del benessere e dello sport, elemento di forte attrazione territoriale. Adesso la priorità è il rispetto dei tempi di realizzazione con il pieno e determinato sostegno del ministro Fedeli”. Ha affermato Iotti.

“A Roma abbiamo conosciuto i progetti a cui, nei prossimi mesi, potremo ispirarci per la realizzazione della futura scuola. Una scuola da oltre 4 milioni di euro che verrà edificata nel centro sportivo di via Gruppini grazie ai fondi provenienti dal Governo attraverso la legge ‘Buona Scuola e che sarà frutto di una grande elaborazione e coinvolgimento della cittadinanza attraverso il percorso partecipato della community Lab messo in atto dal vicesindaco Sandra Boriani”.

“Sorbolo non avrà il mare, non avrà le montagne, non avrà un castello, ma avrà una scuola innovativa, che sarà il grande simbolo del nostra comunità e che attorno ad essa sorgerà una nuova filosofia di vita che permetterà alle future generazioni di crescere all’interno di un ambiente sicuro, educativo, sportivo, protetto, sostenibile e controllato, in perfetta linea con la filosofia del benessere e dei corretti stili di vita”. Commenta Cesari.

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0