Tempo di lettura: 3 Minuti

Scuole superiori, ecco i risultati della “caccia” agli iscritti

Scuole superiori, ecco i risultati della “caccia” agli iscritti

Crescono gli iscritti ai licei, calano gli istituti professionali. Ecco il resoconto delle iscrizioni 2018-2019. Cari neo-iscritti, come diceva il bu

Il 2 giugno spiegato al tuo compagno di banco
Come sarebbe la scuola targata Movimento 5 Stelle?
The Pink Ghetto: quando i social media manager sono donne

Crescono gli iscritti ai licei, calano gli istituti professionali. Ecco il resoconto delle iscrizioni 2018-2019.

Cari neo-iscritti, come diceva il buon Giulio Cesare, il dado ormai è tratto. Il termine ultimo per presentare le domande di iscrizione alle classi prime delle scuole secondarie, infatti, è scaduto circa 24 ore fa e a questo punto è arrivato il momento di tirare un po’ di somme.

Per quanto riguarda le scuole superiori l’indirizzo più scelto rimane il Liceo Scientifico che ha ottenuto il 25,6% di iscrizioni. In crescita, con il 6,7%, il Classico (0,1% in più rispetto allo scorso anno) che attira soprattutto le ragazze (rappresentano il 70% degli iscritti).

In aumento anche le iscrizioni ai licei Linguistici, Sportivi, Scienze Umane e Scienze Applicate mentre il Liceo Artistico riporta un calo dello 0,1% rispetto all’anno scolastico 2017-2018. Gli Istituti Tecnici, invece, sono stati scelti dal 30,7 % degli studenti con particolari preferenze per il settore Economico e Tecnologico.

Finiamo con gli istituti professionali che, nonostante la Riforma Toccafondi dello scorso aprile, hanno registrato una brusca frenata. Il 15,1% di iscritti del 2017-2018, infatti, ha lasciato il posto ad un ben più misero 14%.

A livello regionale il Lazio risulta la regione con più iscrizioni ai licei (68,1%), davanti all’Abruzzo (60,8%) e alla Campania (59,8%) che completa il podio. Per quanto riguarda gli istituti professionali invece la regione con più iscritti è la Basilicata (16,8%).

Soddisfatta la ministra dell’istruzione Valeria Fedeli che, tra le altre cose non si è detta affatto preoccupata del calo di iscritti agli istituti professionali. “Inizieremo a vedere i primi effetti della riforma sulle iscrizioni dell’anno prossimo” ha infatti dichiarato.

E voi che scuola avete scelto? Avete optato per i “classici” licei o avete preferito i più “pratici” Istituti Tecnici o Professionali? Una cosa è certa, qualunque sia stata la vostra decisione vi toccherà lavorare sodo perché nella vita non si finisce mai di imparare, figuriamoci alle superiori.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0