Tempo di lettura: 2 Minuti

Liceo Classico: a Milano tutto esaurito

Liceo Classico: a Milano tutto esaurito

C’è stato un boom di iscrizioni al liceo classico, a Milano sono stati respinti trenta studenti. Vi ricordate del preside che per le troppe iscrizion

Psicologia spicca il volo tra le nostre preferenze per l’iscrizione all’Uni!
Reggio Emilia e Modena, città di ingegneri
Olimpiadi di italiano: boom di selezionati

C’è stato un boom di iscrizioni al liceo classico, a Milano sono stati respinti trenta studenti.

Vi ricordate del preside che per le troppe iscrizioni nella sua scuola ha fatto una specie di estrazione? (Ve ne avevamo parlato qui). Se pensate un po’ alla vicenda vi ricorderete che il liceo classico era stato l’unico a non avere il boom di iscritti. Non è così a Milano, dove si registra il tutto esaurito.

Il buon vecchio liceo classico, quello delle versioni di greco e latino e delle tragedie alla maturità (in tutti i sensi) rappresenta la scelta dell’8% dei ragazzi appena usciti dalle medie. I licei classici di Milano non hanno più posto per tutti questi ragazzi e ne hanno dovuti mandare a casa parecchi. #Poverini

Una grande conquista per il classico, il liceo che sembrava destinato alla morte circa cinque o sei anni fa e che adesso è tornato più forte di prima, con la sua grande preparazione. Pensate che il liceo Carducci di Milano, quello più comodo se si viene dall’hinterland ha dovuto rinunciare a circa sessanta studenti, trenta hanno trovato posto in un altro liceo e gli altri trenta cercano ancora una scuola. Uguale il Beccaria che ha registrato il 20% di iscritti in più con sette quinte in uscita e tredici prime in entrata.

Il problema non è tanto il numero degli studenti, ma gli spazi, che iniziano a scarseggiare e anche la didattica perché le classi, ovviamente, non possono mantenere più di un tot di studenti. E quindi che si fa? C’è una rete dei licei classici e hanno chiesto al provveditorato provinciale un incontro per parlare della situazione. Qual è la soluzione? Beh, o aumentare gli spazi in qualche modo o selezionare i ragazzi all’ingresso ma diventerebbe un po’ come un mini-test di medicina, circa mille studenti per duecento posti. Che succederà?

Io sto ancora pensando a quei trenta ragazzi senza scuola, A.A.A. classico cercasi.

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 1
  • comment-avatar
    Daniela 4 anni

    Grazie Benedetta, in queste concitate giornate è l’unica che ha scritto una parola per i ragazzi che non hanno ancora risolto il problema.

  • DISQUS: 0