Tempo di lettura: 3 Minuti

L’università di Messina cerca un sostituto per Pietro Navarra

L’università di Messina cerca un sostituto per Pietro Navarra

I due contendenti sono entrambi stimati docenti. Salvatore Cuzzocrea e Francesco Stagno d’Alcontres. Chi vincerà? #FacceCaso. L'università di Messina

Roma, la nuova capitale dei tulipani
L’ennesimo round: Italia vs Inquinamento
Un concorso che vale una cattedra

I due contendenti sono entrambi stimati docenti. Salvatore Cuzzocrea e Francesco Stagno d’Alcontres. Chi vincerà? #FacceCaso.

L’università di Messina è davanti ad un bivio. Oggi gli universitari decideranno chi prenderà il posto lasciato vuoto dal neo-deputato del Pd Pietro Navarra.

I due candidati vengono da famiglie che hanno governato l’ateneo messinese.

Salvatore Cuzzocrea, che danno per favorito, è stato prorettore durante il mandato di Navarra.

L’altro candidato è Francesco Stagno d’Alcontres, deputato nazionale di Forza Italia, e poi di Pdl e Grande Sud, dal 1998 al 2012.

I due contendenti sono entrambi stimati docenti. Salvatore Cuzzocrea ha 46 anni ed è ordinario di Farmacologia e ha una laurea in Medicina presa a Tirana, titolo condiviso con l’università di Tor Vergata.

Stagno d’Alcontres, 62 anni è primario di Chirurgia plastica al Policlinico e capo dipartimento di Patologia umana dell’adulto.

Si prevede un raggiungimento del quorum (666 voti sugli aventi diritto) a partire dal primo turno, sebbene si vociferi che ci sia la possibilità di una sorpresa non tanto nel risultato, quanto nell’entità del plebiscito pro-Cuzzocrea.

Per adesso, sui dodici dipartimenti dell’università di Messina, dieci sono schierati a favore di Cuzzocrea. Per Stagno d’Alcontres soltanto il suo dipartimento e quello di Medicina clinica e sperimentale.

Oggi si voterà dalle 8 alle 20, mentre lo spoglio inizierà domani mattina. Chi vincerà?

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0