Tempo di lettura: 2 Minuti

Di quanti membri è diminuito il fanclub di Trump dopo l’attacco in Syria?

Di quanti membri è diminuito il fanclub di Trump dopo l’attacco in Syria?

L’attacco di Trump in Syria non è stato approvato neanche dai suoi sostenitori. A me Trump non sta molto simpatico, sopratutto dopo l’ultima sua deci

Ferite delebili in un’edizione indelebile del TG USA 2.0
Come siamo messi con il “coding” in Italia?

Scuola di pomeriggio: gli studenti toscani partono da settembre

L’attacco di Trump in Syria non è stato approvato neanche dai suoi sostenitori.

A me Trump non sta molto simpatico, sopratutto dopo l’ultima sua decisione riguardante la Syria dopo la quale gli avrei levato la mia amicizia su Facebook, se ce lo avessi avuto tra gli amici.

Ma guardando le immagini dei 100-120 missili lanciati nella notte del 14 aprile ho pensato se qualcuno sostenesse davvero questo atto o se ci fosse ancora qualcosa in cui sperare. Sicuramente non sarà stata una decisione presa in autonomo dal solo presidente quindi qualcuno dei suoi collaboratori ad appoggiarlo sicuramente ci sarà stato, ma io penso a quelli che lo hanno votato o che lo sostengono dall’Italia o da altri paesi, insomma i suoi fan: che ne pensano?

Il primo fan di Trump che mi è venuto in mente è stato Matteo Salvini che non ha esitato a divulgare il suo dissenso su Twitter scrivendo “Pessima idea, grave errore e regalo all’ISIS. #Trump” lo stesso disse, quando venne eletto il nuovo presidente degli USA che ci vorrebbero più politici come Trump per una società con un miglior funzionamento.

Simone Di Stefano, membro di Casapound, accusa invece il presidente di tradimento nei confronti del popolo americano mentre andando all’estero Paul Watson, influencer a favore di Trump, dice di essere sceso definitivamente dal “treno” del presidente che descrive come un fantoccio.

Infine continua ad essere saldo al proprio idolo il Fanclub italiano di Donald scrivendo sulla loro pagina “Che sia tutta una messinscena per accontentare l’opinione pubblica e mediatica senza arrecare ingenti danni?…”

E dopo essermi fatta questa domanda ho riletto una cosa che purtroppo, nonostante essere stata scritta nel 1947 ho trovato terribilmente attuale:

[…] Hai ucciso ancora, come sempre, come uccisero i padri, come uccisero gli animali che ti videro per la prima volta […] ”
Salvatore Quasimodo, Uomo del mio tempo.

#FacceCaso

Di Claudia Biasci

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0