Tempo di lettura: 2 Minuti

Bill Cosby perde la causa e anche…la laurea honoris causa

Bill Cosby perde la causa e anche…la laurea honoris causa

L'attore statunitense, recentemente condannato per molestie sessuali, si è visto revocare la laurea honoris causa assegnatagli da Yale nel 2003. Oggi

News sui tumori e app anti-social, è il TG USA ladies and gentlemen
Che senso ha diffondere in rete Fake News con l’intento di disinformare?
A Chicago puoi dire ciò che vuoi

L’attore statunitense, recentemente condannato per molestie sessuali, si è visto revocare la laurea honoris causa assegnatagli da Yale nel 2003.

Oggigiorno una laurea honoris causa è ragionevolmente considerata un riconoscimento di prestigio, qualcosa che ti rimane dentro per tutta la vita. E specifichiamo dentro perché in realtà fuori può anche darsi che te la tolgano.

Ma come, direte voi, la laurea ad honorem può essere revocata? Ebbene sì ed è quello che è accaduto a William “Bill” Cosby, attore e comico statunitense noto per aver ideato e recitato ne I Robinson, famosissima sit com comparsa in TV a cavallo tra gli anni ’80 e ’90.

L’ 80enne di Philadelfia ha trascorso un Primo Maggio da dimenticare e stavolta le fake news sulla sua morte che ogni tanto spuntano sul web non c’entrano nulla. A sconvolgere la Festa dei Lavoratori di Cosby, infatti, è stata la notizia che l’Università di Yale aveva deciso di togliergli la laurea honoris causa che gli era stata assegnata nel 2003.

Una decisione che l’ateneo del Connecticut ha deciso di prendere dopo che l’attore è stato condannato per molestie sessuali lo scorso 26 Aprile. Questa vicenda era già costata a Cosby altre due lauree ad honorem, nonché la rimozione della sua statua dal luna park Disneyland di Orlando.

La revoca della laurea honoris causa da parte di Yale è quindi solo l’ultimo degli episodi che hanno segnato il declino del comico statunitense, cominciato nel 2004 con le prime accuse e conclusosi con il verdetto della scorsa settimana, dopo il quale Cosby ha definito i magistrati degli idioti.

Insomma, nonostante sia sotto accusa per aver molestato più di 20 ragazze, l’attore della Pennsylvania non ha paura di aggravare la propria posizione e così ha pensato bene di prendersela anche con il giudice. D’altronde un comico fa fatica a tenere a freno la propria lingua e nel caso di Cosby, purtroppo, fa fatica a tenere a freno anche qualcos’altro.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0