Tempo di lettura: 1 Minuti

Esame di maturità: cosa portare e cosa no

Esame di maturità: cosa portare e cosa no

Smartphone, tablet, orologi, dizionari. Cosa si può e non si può portare all'esame di maturità. Si avvicina l'esame di maturità e insieme a loro arri

In viaggio sul Delta del Danubio: riserva naturale e sito protetto dall’UNESCO
Il mio assurdo viaggio in Islanda: tra carne di squalo e geyser impazziti! Pt.2
Rinunceresti al tuo smartphone per un anno intero? E in cambio di 100mila dollari?!

Smartphone, tablet, orologi, dizionari. Cosa si può e non si può portare all’esame di maturità.

Si avvicina l’esame di maturità e insieme a loro arriva la circolare del Ministero della Pubblica Istruzione che indica agli studenti cosa è consentito portare agli esami e cosa invece no. Dopo la pubblicazione della lista sbagliata delle calcolatrici ammesse e la regola che la commissione deve controllarle, arriva la circolare ufficiale per gli altri strumenti.

Innanzitutto è vietato portare o utilizzare dispositivi elettronici come smartphone o tablet o qualsiasi cosa utilizzi una connessione internet, ma anche la semplice trasmissione di file. Ovviamente sono vietati anche i pc o altri dispositivi che possano collegarsi ad una rete wireless. Pena l’annullamento dell’esame.

I divieti dell’utilizzo di internet, però, non sono solo per i ragazzi ma anche per i membri della commissione e per coloro che si troveranno nell’edificio scolastico. Tutte le connessioni, infatti, devono essere disattivate. Gli unici che potranno utilizzare la connessione per stampare le prove saranno i dirigenti scolastici, i referenti e i presidenti di commissione.

Nell’infografica del tradizionale “No-panic” pre-maturità si consiglia, infatti, di portare i dizionari, l’orologio e le calcolatrici, ma no a tutto il resto. D’altronde i bigliettini sembrano essere il male minore. Come ti avevamo già detto poi, l’uso di internet per copiare la terza prova è molto usato (te l’avevamo raccontato qui).

Mi raccomando, nel giorno della prima prova scritta sarà necessario presentarsi con:

  • Il documento d’identità, non dimenticarlo perché potrebbero esserci dei problemi;
  • Il vocabolario d’italiano che non sembra necessario ma è più utile di quanto pensi;
  • La tesina o la mappa concettuale, molto spesso la Commissione vuole visionarla prima dell’orale, chiedi ai tuoi prof interni quali sono i programmi;
  • Acqua e qualcosa da mangiare dato che sei ore sono tante e anche se pensi di non usare tutto quel tempo ti accorgerai che almeno quattro ore senza acqua e senza qualcosa da mettere nello stomaco non sono facili.

Per il resto, #NoPanic!

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0