In Francia passi avanti per vietare i cellulari a scuola

In Francia passi avanti per vietare i cellulari a scuola

Nel parlamento di Francia arriva il primo sì per il divieto dello smartphone dal prossimo anno. Vediamo cosa dovrebbe succedere e come funziona. La F

Il film su Berlusconi di Sorrentino, primo trailer e news!
Al via i concorsi per la Buona Scuola di Renzi: pronti duemila nuovi presidi
Bologna: i problemi sono tanti, ma in un modo o nell’altro la scuola riparte

Nel parlamento di Francia arriva il primo sì per il divieto dello smartphone dal prossimo anno. Vediamo cosa dovrebbe succedere e come funziona.

La Francia sempre più propensa a vietare l’uso dei cellulari nelle scuole e nei licei, a partire dall’a.a 2018-19.
La posizione è accresciuta dopo il sì nel voto in prima lettura della proposta di legge sul “divieto effettivo” presentato in assemblea francese.
Così si negherebbe totalmente l’utilizzo di telefonini, smartphone e ipad personali per gli studenti, mentre rimarrebbero per i docenti.

Del resto tale misura era stata promessa concretamente in campagna elettorale da Macron, e oggi è sostenuta non solo dal suo partito, Le Republique en Marche (LREM), ma anche dai centristi di MoDemo, oltre ai liberali di UDI-Agir.
Gli altri gruppi hanno ritenuto inutile o ipocrita tale intervento. Nel caso arrivasse il via libera definitivo assisteremmo a un blocco di cui anche in Italia si sta parlando da anni. La differenza è che qui nulla è giunto realmente ai tavoli delle commissioni parlamentari, quindi difficilmente lo vedremo realizzato in tempo breve.

Per ora abbiamo il decalogo con regole per disciplinare l’uso dei dispositivi mobili nelle scuole, voluto dall’ex ministro Valeria Fedeli. Cambierà qualcosa anche da noi?

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0