Tempo di lettura: 2 Minuti

La tecnologia che rimodellerà il docente universitario

La tecnologia che rimodellerà il docente universitario

Tecnologia e università vanno di pari passo non solo per innovazioni dei dispositivi. Anche i docenti sono coinvolti nel cambiamento. Come devono por

Un’app per riavere Windows 95
Con fratelli maggiori è più probabile essere gay?
Da Meme a star del web: la storia del “Macellaio Turco”

Tecnologia e università vanno di pari passo non solo per innovazioni dei dispositivi. Anche i docenti sono coinvolti nel cambiamento.

Come devono porsi i professori universitari nei confronti della tecnologia che sta cambiando il modo di insegnare e rapportarsi col mondo accademico?
Sicuramente non in modo ostile, perché il cambiamento spesso è inevitabile e la cosa migliore da fare è gestirlo e conoscerlo.
È una questione sempre aperta: “come devono affrontare i professori la trasformazione digitale? Cosa devono fare per stare al passo coi tempi?”.

I vostri professori come si comportano, adottano strumenti digitali, hanno cambiato il modo di fare lezione, magari sfruttando maggiormente power point, le piattaforme di e-learning, contenuti multimediali?
I casi variano da persona a persona ovviamente. Alcuni si rivelano al passo coi tempi, capaci di dare un’impronta all’insegnamento che sia davvero 3.0, altri invece osteggiano la novità, il tech che avanza inesorabile in ogni aspetto della vita universitaria.
L’educazione accademica deve essere capace di adattarsi alle innovazioni, anche nel metodo di studio e di didattica, che parte proprio dai docenti.

Gli insegnanti non passeranno di moda, saranno necessari e utili a dare una conoscenza reale per una materia. È un fattore che nessuna macchina può trasmettere a uno studente. La passione, l’amore per un argomento, l’abilità di maneggiarlo e discuterne. Il docente è il mezzo tecnologico per eccellenza per far si che il sapere passi di testa in testa. Allora sta solo allo stesso adattarsi alle modifiche tecnologiche ed esserlo egli stesso.

#FacceCaso

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0