Sessione di settembre ? Nuoce gravemente alla salute

Sessione di settembre ? Nuoce gravemente alla salute

Quello studio fatto a metà, quelle mezze vacanze, quella mente sgombra ma non del tutto, non fanno per niente bene alla salute.  #FacceCaso. Diciamo

Abbiamo il tweet da record
Usage Insight : Instagram ti dirà quanto tempo trascorri sull’app
Dispersione scolastica: chi sono i maestri di strada?!

Quello studio fatto a metà, quelle mezze vacanze, quella mente sgombra ma non del tutto, non fanno per niente bene alla salute.  #FacceCaso.

Diciamo chiaramente le cose come stanno. Nessuno è mai veramente pronto alla sessione di settembre. Come si fa a preparare un esame durante le vacanze? Con il caldo estivo che ti bussa alla finestra e i tuoi amici insensibili che condivido continuamente foto al mare? Te lo dico, non si può. 

Nonostante abbia un esame tra qualche giorno, non mi sento pronta per affrontare la sessione di settembre. Convivo con quel senso di colpa che ti bussa alla spalla ricordandoti che si, forse avresti potuto fare di più durante le vacanze.

Ma dopo un anno di fatiche, come si può pretendere di non arrivare alla fine stanchi morti? Con zero voglia di studiare e con una assurda esigenza di vero relax?

I professori dovrebbero rendersene conto e perché no, magari essere più clementi. Sarebbe fantastico se qualcuno si mettesse nei nostri panni e riflettesse sul fatto che sostenere un esame subito dopo le vacanze è una vera e propria sofferenza.

E non parlo solo per me, credo sia un problema che accomuna tutti gli studenti universitari del mondo. Quello studio fatto a metà, quelle mezze vacanze, quella mente sgombra ma non del tutto, non fanno per niente bene alla salute. Rifflettici. Anzi,

#FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0