Tempo di lettura: 3 Minuti

Un ragazzo ha covato un pulcino…

Un ragazzo ha covato un pulcino…

Ragazzino britannico compra un uovo di anatra al supermercato e lo cova. Dopo quattro settimane si schiude e nasce un pulcino. Decisamente curiosa la

I ragazzi palestinesi lasciano la scuola
Anno sabbatico per prof: il nuovo metodo inglese per impedire che abbandonino le scuole
Internet: il 5% dei giovani ne sono dipendenti

Ragazzino britannico compra un uovo di anatra al supermercato e lo cova. Dopo quattro settimane si schiude e nasce un pulcino.

Decisamente curiosa la storia che ha visto protagonista un adolescente britannico, ora alle prese con la ‘maternità‘ di un pulcino. Il ragazzo, originario di Sutton Coldfield, nel West Midlands, ha comprato una scatola da 6 uova e ha voluto fare un esperimento covandone una. Chissà, magari aveva frainteso il concetto di prodotto biologico, o forse ha solo voluto verificare l’effettiva freschezza decantata dall’etichetta sulla confezione. Fatto sta che, grazie al supporto di un incubatore artigianale, dopo quattro settimane dal guscio ha fatto capolino il beccuccio di un piccolo anatroccolo. Ora, stando alle leggi sull’imprinting, tecnicamente il quattordicenne è ‘madre‘ del piccolo pennuto.

La notizia è stata riportata dall’Independent e ha generato ilarità e tenerezza allo stesso tempo. William Atkins, questo il nome del ragazzino, voleva veramente smentire le voci secondo le quali le uova in vendita al supermercato non sarebbero adatte a far nascere un pulcino. Ha comprato su Ebay il macchinario per 40£ e ha vinto la sua scommessa.

Stando al suo racconto, a quanto pare non è stato facile raggiungere l’obiettivo. “Avevo letto di persone che erano riuscite a far nascere dei pulcini con delle uova di quaglia – ha dichiarato il giovane – Ho provato a vedere cosa succedeva ma non ho avuto alcun risultato, così ho provato con le uova di gallina e di anatra“. Anche caparbio quindi. Non si è arreso al primo fallimento, ritentando fino a trovare la giusta combinazione di temperatura e tempi di incubazione. Dopo tre giorni ha iniziato a sentire qualcosa muoversi, restando stupito di quello che era riuscito a  fare. Ha scelto di chiamare il pulcino Jeremias. Lo accudirà a casa ancora per qualche tempo, poi, quando sarà diventato un’anatra adulta, lo lascerà in una vicina fattoria.

In tutto ciò, il produttore delle uova ha voluto sottolineare che se ingerite, le uova fecondate non rappresentano comunque alcun pericolo per la salute delle persone. E in ogni caso l’evento rappresenta una rarità assoluta.

Il messaggio è chiaro: con le uova è meglio continuare a farci le classiche frittate.

#FacceCaso

Di Tommaso Fefè

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0