Tempo di lettura: 1 Minuti

Terra, arte e radici: l’Italia dei giovani

Terra, arte e radici: l’Italia dei giovani

Raccontare l'Italia dei giovani in un video? Con Terra, Arte e Radici si può! L'Italia è un paese per giovani e sono i giovani stessi a voler raccont

Dal mondo alla Liguria per una rassegna di tutto rispetto
Le novità dell’anno scolastico 2017/2018: il riassunto del Ministro Fedeli
Imprese pigre? Firenze offre cash in cambio dell’alternanza scuola lavoro

Raccontare l’Italia dei giovani in un video? Con Terra, Arte e Radici si può!

L’Italia è un paese per giovani e sono i giovani stessi a voler raccontare tutto questo in un video. È quello che vuole fare il progetto “Terra, arte e radici”,  con all’interno un concorso per giovani Under 30 che vogliono mettersi in gioco.

Aspettando l’apertura della diciannovesima edizione del festival di Varese e provincia, l’associazione Aleph ha lanciato questo concorso che vuole coinvolgere i giovani e vuole fargli raccontare il mondo attraverso i loro occhi.

Il video per partecipare deve essere breve, tra uno e tre minuti e deve esprimere un’idea per avere un futuro il più inclusivo possibile. Il tema principale? “Il futuro che vorrei” soprattutto rivolto alle questioni di equità e parità di genere.

Possono partecipare coloro che hanno tra i 16 e i 30 anni residenti nella provincia di Varese, in gruppi, singolarmente o in associazioni. Il video deve essere consegnato entro il 30 aprile e tutti saranno presentati durante un evento speciale organizzato nella rassegna Terra, Arte e Radici 2019. 

Un’iniziativa che può aiutare i giovani a comprendere quello che vogliono per il loro futuro, nella vita e nella società che sognano. Una società che dovrebbe avere meno barriere dovute alla discriminazione e alla disequità. 

La manifestazione Terra, Arte e Radici è attiva da molto tempo sul territorio di Varese e quest’anno ha deciso di dare spazio ai giovani per ascoltare il loro punto di vista sulla vita. 

Il coinvolgimento dei ragazzi, in questo senso, può essere uno strumento fondamentale nella vita di tutti i giorni. Perchè in questo periodo un po’ tutti i ragazzi si sentono spaesati e scontenti del loro futuro. Hanno paura di quello che succederà e di quello che dovranno affrontare.

E allora perchè non aiutarli ad esprimere i loro sogni e le loro aspirazioni?

Psss, vuoi più informazioni? Guarda qui!

#FacceCaso

Di Benedetta Erasmo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0