Tempo di lettura: 1 Minuti

La Pasquetta del fuorisede: la bellezza del tornare a casa e stare con gli amici!

La Pasquetta del fuorisede: la bellezza del tornare a casa e stare con gli amici!

La Pasquetta del fuorisede potrebbe sembrare una Pasquetta come tutte le altre, ma non è così. É moolto più di una semplice Pasquetta! Ora ti spiego p

Voglia di estate? Ci pensano le Facoltiadi
La Storia dei Giovani che scelsero la Resistenza
Un’estate da travel blogger con il/la migliore amic@? Perché no! Scopri qui come

La Pasquetta del fuorisede potrebbe sembrare una Pasquetta come tutte le altre, ma non è così. É moolto più di una semplice Pasquetta! Ora ti spiego perchè.

Un delle conseguenze più belle dell’essere fuorisede è l’imparare ad apprezzare quanto sia bello tornare a casa. Mi spiego, per tutto il tempo del liceo non ho fatto altro che aspettare il momento in cui finalmente mi sarei trasferita… me ne sarei andata di casa, sarei stata più indipendente e autonoma, ma soprattutto avrei “cambiato aria”. Ammetto che a Mestre, dove sono nata e cresciuta, per tutto il tempo del Liceo ho provato la sensazione di soffocare. Però la Pasquetta del fuorisede…

Il fascino della Pasquetta del fuorisede

Come accennavo, una volta raggiunta la tanto desiderata indipendenza, tornare a casa ha tutto un altro sapore! Che bello quando la mamma ti butta giù dal letto alle 7 del mattino e riscopri quanto produttiva può essere una mattinata. Che bello quando la colazione è già pronta e la caffettiera non ha inondato di caffè tutti fornelli. Che bello stare in famiglia. Ma SOPRATTUTTO che bella la Pasquetta con gli amici di sempre!!

Pasquetta 2015

Pasquetta è obbligatoria con gli amici

Da che mondo e mondo la Pasquetta è sacra. Va bene il giorno di Pasqua in famiglia, ma la pasquetta non si tocca. Sin dai tempi del liceo la tradizione è una: qualcuno mette a disposizione un bel giardino e tutti gli altri si occupano di comprare birre, vino, gli ingredienti per lo spirtz (eh sì, sono veneta e si vede) e ovviamente la CARNE! Salsicce e costicine a volontà e siamo pronti per iniziare!

Pasquetta 2018

L’unico momento dell’anno per rivedere tutti

Da quando sono una studentessa fuorisede devo ammettere che gli amici e le amiche del liceo sono un po’ andati persi. Ovviamente da lontano è sempre più difficile mantenere i contatti costantemente. Certo, c’è il gruppetto delle mie migliori amiche e migliori amici, che quello non manca mai e che rivedo puntualmente ogni volta che torno a casa, ma il “gruppone” quello con tutti gli altri…e chi li vede più?!

Bene, Pasquetta è proprio quel momento lì: a Pasquetta ci sono TUTTI, ma tutti eh! Quelli che sono rimasti, quelli che se ne sono andati, quelli che studiano in altre città, e quelli che si sono trasferiti all’estero. Alla grigliata di Pasquetta non manca nessuno. Ovvio, ci sono anche quelli che preferiresti non vedere, quelli con cui sei ancora arrabbiata dai tempi del liceo, gli ex fidanzati, insomma anche quelle persone scomode!

Ma alla fine è così bello che chissenefrega

Pasquetta 2018

E quando ti propongono il sushi a Pasquetta?

Per me la tradizionale grigliata di Pasquetta è intoccabile. Ma devo ammettere che proprio quest’anno mi è successo qualcosa di veramente strano… si sente che i tempi stanno cambiando!
Giusto qualche giorno prima del magico appuntamento, nel gruppo dei miei amici più stretti ad un certo punto ho letto un messaggio alquanto bizzarro:

Secondo voi com’è andata a finire? Ha vinto il sushi o la grigliata?

Buona Pasquetta a tutti da FacceCaso!

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0