Tempo di lettura: 1 Minuti

Allarme igiene tra i giovany: il 40% non usa il deodorante

Allarme igiene tra i giovany: il 40% non usa il deodorante

Uno studio condotto da un ente internazionale ha rivelato che tra le nuove generazioni l'uso del deodorante è sempre meno frequente. Chi viaggia sui

Chirurgia non è una scelta da giovani
“Scuole chiuse lunedì”, ecco la minaccia dei presidi
Allarme bomba al liceo Garibaldi di Palermo

Uno studio condotto da un ente internazionale ha rivelato che tra le nuove generazioni l’uso del deodorante è sempre meno frequente.

Chi viaggia sui mezzi pubblici conosce bene il dramma. Soprattutto nelle ore di punta, ci si ritrova stipati a forza dentro spazi strettissimi, avvolti, generalmente, da un latente, agreste odore di sudore irrancidito. Nei mesi estivi poi, gli olezzi si tramutano in vere e proprie nubi tossiche. Se però sudare è perfettamente normale, puzzare cronicamente no lo è affatto. L’evoluzione della specie, della società e della scienza ha fornito da tempo il rimedio. Si chiama deodorante. Purtroppo però se ne constata quotidianamente il mancato utilizzo. E ora c’è anche la controprova statistica.

Uno studio condotto dalla società britannica YouGov, attiva al livello internazionale, ha presentato numeri allarmanti. L’istituto, specializzato nelle ricerche di mercato e analisi dati, ha condotto un sondaggio su una popolazione americana di giovani tra i 18 e i 24 anni. Ne è emerso che il 40%, non usa prodotti deodoranti.

Non solo, il 30% del campione ha dichiarato addirittura di non averne mai fatto uso nei 12 mesi precedenti al momento in cui è stata posta loro la domanda. Molti dicono di amare il profumo della propria pelle. Ma forse non hanno ben chiare le conseguenze per l’igiene personale e degli altri.

Il malcostume, a quanto pare giunto ai limiti della piaga sociale, ha effetti spesso sottovalutati sulla diffusione di batteri. Oltre che rendere sgradevole la vicinanza fisica alle persone per via della puzza. Alcune aziende hanno provato a correre ai ripari. Se non altro per vendere qualche prodotto deodorante in più.

La Schmidt’s Naturals, ad esempio, ha ingaggiato come testimonial Justin Bieber. Sperando di far leva sulla notorietà della popstar proprio tra quella fetta di popolazione oggetto dello studio. Purtroppo l’obiettivo non è stato ancora raggiunto. E quello del sudore, comunque, non sembra essere l’unico problema.

Scrive il Daily Mail che, 1 giovane su 3 si lava i denti solo una volta al giorno. A questo si aggiunge un altro impietoso dato: il 97% della popolazione mondiale non si lava le mani in modo corretto ed efficace. Vero è che questo numero non esclude le aree del mondo afflitte da gravi carenze igienico sanitarie per via di veri e propri drammi umanitari. Ma vedendo il rapporto problematico che le nuove generazioni risultano avere con la pulizia personale, forse le rimanenti parti non sono così “civilizzate” come si crede.

#FacceCaso

Di Tommaso Fefè

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0