Tempo di lettura: 1 Minuti

Batman, il cane antidroga risolve un altro caso in Toscana

Batman, il cane antidroga risolve un altro caso in Toscana

Batman porta a termine un altro caso. No, non parliamo del celebre pipistrello dei cartoni animati, ma di un cane dell'unità cinofila dei carabinieri.

Romics 2019: ecco tutto quello che ti sei perso (FOTO)
Algho, l’Alfred virtuale
Joker e l’idolatria giovanile del male

Batman porta a termine un altro caso. No, non parliamo del celebre pipistrello dei cartoni animati, ma di un cane dell’unità cinofila dei carabinieri.

Un guardiano silenzioso che vigila su di noi, collega e amico dei poliziotti: Batman, questo è il nome dell’ultima ora.
Ebbene sì, avete letto giusto, è proprio di un Batman che stiamo parlando. Lui lavora nel nucleo carabinieri cinofili di Firenze, ed è il protagonista della nostra storia. No, non parliamo di un carabiniere. Batman è il nome di uno dei cani antidroga che fanno parte del nucleo.

Eroe non per caso

Il 12 Febbraio scorso, durante dei controlli effettuati in un istituto professionale del Valdarno, il ritrovamento: nei bagni della scuola, Batman ha ritrovato cinque grammi di hashish, suddivisi in due parti da due grammi e mezzi, con annesso un “grinder tritaerba”.

Per chi non lo sapesse, il grinder è un “accessorio che nasce con lo scopo di tritare tabacco e spezie ma viene spesso utilizzato anche dai consumatori di cannabis. Ha generalmente un corpo di forma cilindrica ed è costituito da due componenti che vengono fatte ruotare manualmente in senso opposto”, con lo scopo di triturare il contenuto attraverso il taglio delle piccole lame.

Ma torniamo a noi. Durante la retata, i carabinieri hanno anche individuato un ragazzo italiano che era in possesso di due dosi di marijuana da circa due grammi ciascuna. Non solo, il giovane avrebbe avuto addosso diverse centinaia di euro, cosa che avrebbe portato i carabinieri ad interrogarlo sulla droga in suo possesso: uso personale o spaccio?

Buone notizie alla stazione di Montevarchi

I controlli delle forze dell’ordine sono poi proseguiti a Montevarchi, più precisamente alla stazione. In questo caso però, e per fortuna, non sarebbero stati riscontrati illeciti da parte dei viaggiatori.

Insomma, da Valdarno a Montevarchi, carabinieri e Batman hanno intrapreso una vera e propria battaglia contro la droga. Licei e stazioni, siete avvisati.

#FacceCaso

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0