Tempo di lettura: 3 Minuti

Nasce il primo dottorato nazionale sull’intelligenza artificiale

Nasce il primo dottorato nazionale sull’intelligenza artificiale

Cinque atenei italiani in collaborazione del Cnr e 194 borse di studio per il primo dottorato nazionale sull'intelligenza artificiale. L'intelligenza

Diritto del cambiamento climatico: in Australia nasce una nuova Laurea
Ciao mamma, guarda come mi diverto al Jova Beach Party!
MarJess: un brand tutto italiano e sostenibile, leggi l’intervista!

Cinque atenei italiani in collaborazione del Cnr e 194 borse di studio per il primo dottorato nazionale sull’intelligenza artificiale.

L‘intelligenza artificiale sarà il futuro e creare un dottorato nazionale multidisciplare in questa materia è il miglior modo per preparare il nostro Paese alla sfide dei prossimi anni.

L’intelligenza artificiale

Secondo delle stime del McKinsey Global Institute entro il 2023 l’intelligenza artificiale costituirà il 16% del pil mondiale. Si tratta di un settore che sta crescendo moltissimo e risulterà essere sempre più presente in tutti i settori dell’economia del Paese. Già l’Università la Sapienza dal 2009 tiene un corso in lingua inglese proprio su queste tematiche. Ma il nuovo dottorato nazionale sarà un vera novità: unico nel suo genere.

Il dottorato nazionale PhD-Ai.it

Si chiamerà PhD-Ai.it il nuovo dottorato nazionale multidisciplinare in intelligenza artificiale. Questa iniziativa si terrà presso l’Università di Pisa in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli, la Sapienza di Roma, il Politecnico di Torino e il Campus Bio-Medico di Roma. PhD-Ai.it inizierà nel 2021-2022 e sarà suddiviso in cinque corsi e relative discipline: Industria 4.0, sicurezza e cybersecurity, società, salute e scienze della vita, agrifood e ambiente.

Un grande progetto

Stiamo parlando di un progetto ambizioso che in cui sono stati investiti 15 milioni di euro in 194 borse di studio. Per chi già si sente interessato vi dico che le selezioni si terranno nei primi mesi del 2021 e il corso inizierà a novembre dello stesso anno.

Uno degli obiettivi è quello di attrarre in Italia delle giovani eccellenze del campo e soprattutto di trattenere nel Paese le nostre. Inoltre, come ha detto il Rettore della Sapienza, questo dottorato nazionale costituirà un grande trampolino di lancio per la realizzazione di progetti ambiziosi.

Ci si sta rendendo conto della rilevanza dell’intelligenza artificiale in diversi settori per il nostro futuro, e l’Italia ha tutte le potenzialità per essere un Paese trainante. 

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0