Tempo di lettura: 3 Minuti

Giga gratis per tutti gli studenti in DAD!

Giga gratis per tutti gli studenti in DAD!

Buona notizia per tutti gli studenti e le studentesse! I giga consumati per la DAD saranno gratuiti con tutti gli operatori. Grazie a un accordo tra

Quanto è difficile trovare casa se sei studente
Il tuo primo lavoro EURES: il portale per trovare lavoro in UE
Ecco come si vive in una vera famiglia islandese nel cuore dell’isola di ghiaccio! Pt.3

Buona notizia per tutti gli studenti e le studentesse! I giga consumati per la DAD saranno gratuiti con tutti gli operatori.

Grazie a un accordo tra i Governo e gli operatori telefonici i giovani in didattica a distanza non dovranno più pagare per i giga internet consumati a questo scopo.

Tante volte qui su FacceCaso vi abbiamo parlato di didattica a distanza, sia in termini positivi che negativi. La notizia di oggi sicuramente è una buona notizia!

L’accordo con gli operatori telefonici

L’accordo siglato da Governo insieme a operatori telefonici quali Tim, Vodafone e Wind Tre viene incontro a tutti gli studenti e le studentesse che si ritrovano a dover studiare e seguire le lezioni da casa. L’iniziativa è voluta dalla ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, dalla ministra per le Pari opportunità Elena Bonetti, il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli e la ministra per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Piasano. In particolare, i ministri e le ministre citati hanno invitato gli operatori telefonici a trovare delle agevolazioni per la DAD.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di andare incontro a tutte le famiglie che in questo periodo difficile faticano dal punto di vista economico. Sicuramente l’istruzione pubblica deve essere garantita e non può rappresentare un ulteriore problema per le famiglie.

Ulteriori 85 milioni per la DAD

Oltre all’accordo, altri 85 milioni sono stati stanziati nel Decreto ristori e destinati alle istituzioni scolastiche. Questi soldi potranno essere spesi per:

  • acquisto di dispositivi digitali per seguire le lezioni. Per esempio pc o tablet che potranno essere dati agli studenti o alle studentesse che ne abbiamo bisogno in comodato d’uso;
  • piattaforme digitali per migliorare la qualità della didattica a distanza;
  • miglioramento e potenziamento della rete e della connettività.

Per voi come sta andando questa benedetta / maledetta DAD? Cosa andrebbe migliorato? 

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0