Tempo di lettura: 2 Minuti

8 dicembre + Roma + Covid = ecco qualche consiglio per un’Immacolata top

8 dicembre + Roma + Covid = ecco qualche consiglio per un’Immacolata top

Non sapete cosa fare l'8 dicembre perché c'è il Covid? Tranquilli, siamo sicuri che questa mini-guida saprà illuminare la vostra Immacolata. “Eh ma c

L’angolo della fuga: Bisogno Necessario (Elogio della Paura)
Raggiunge lo scopo della sua vita a 18 anni: la storia di Cliffannie Forrester
#IoStoConErri

Non sapete cosa fare l’8 dicembre perché c’è il Covid? Tranquilli, siamo sicuri che questa mini-guida saprà illuminare la vostra Immacolata.

“Eh ma c’è il Covid”. Come ha scritto il nostro amico Leonardo Bocci in un suo post di Instagram, è questa la scusa del momento per rintanarsi in casa, inchiodarsi al divano e bingewatchare su Netflix. Tra una maratona e l’altra, però, o si rompe la monotonia o ci si rompe qualcos’altro.

E quale occasione migliore di un caro vecchio ponte per staccare la spina? “Eh ma c’è il Covid”, che se può fa’? Se abitate a Roma e dintorni, la risposta ve la danno RomaToday e Francesca Demirgian, che in un articolo pubblicato il 4 dicembre ha stilato un listone molto interessante de cose da fa’.

Una lista che comprende eventi, mostre e mete turistiche. Ovviamente non ve le posso elencare tutte ma posso suggerirvi quelle che sceglierei se fossi in voi. Insomma, posso dirvi quali sono quelle che personalmente mi sono già “bruciato” e che mi hanno anche piacevolmente colpito. Inizierei da una cosa tranquilla, una passeggiata in una Villa Borghese un po’ diversa dal solito.

Già, perché fino al 13 dicembre il parco cittadino romano ospita una mostra a cielo aperto chiamata “Back to nature”. Una mostra in cui è possibile trovare un po’ di tutto: dagli alberi rivestiti con lana colorata alle sculture animalesche, passando per delle famose installazioni di arte contemporanea.

Calcata vista dalla fotocamera del mio smartphone.

E per gli amanti di Instagram sono state dipinte anche due paia di ali colorate, così potete farvi delle fotine “molto tumblr”. Le ali potrebbero servirvi anche per raggiungere il mio secondo consiglio: la cittadina di Calcata, un piccolissimo comune di 921 abitanti che si trova a 52km dalla Capitale.

Arroccata su una collina a 220m sul livello del mare, Calcata è un luogo che trasuda storia, cultura e magia. Passeggiando tra gli strettissimi vicoli dell’antichissimo borgo, avrete infatti la sensazione di essere tornati indietro nel tempo. Un tempo che qui sembra essersi letteralmente fermato.

E per una città che non invecchia c’è infine un’artista che non muore. Perché non si può parlare della nostra amata Roma senza nominare quei personaggi che la magica atmosfera di questa città l’hanno vissuta, respirata e quindi trasmessa al loro pubblico. E uno di questi personaggi è sicuramente Gigi Proietti, al quale negli ultimi giorni sono stati dedicati diversi murales, uno meglio dell’altro.

E il mio terzo e ultimo consiglio è proprio questo qua: una passeggiata per Roma all’insegna di Gigi e dell’arte. L’arte che lui rappresentava sul palco e che Roma rappresenta ogni singolo giorno con la bellezza dei suoi luoghi, la bontà dei suoi sapori e la freschezza dei suoi odori. Un’arte che bisogna celebrare, ora più che mai, anche se “Eh ma c’è il Covid”.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0