Tempo di lettura: 2 Minuti

Marzo déjà-vu? Vi presentiamo il nostro podio di Quarantine Trends

Marzo déjà-vu? Vi presentiamo il nostro podio di Quarantine Trends

Da Marzo 2020 ne abbiamo viste di ogni e la nostra vita è radicalmente cambiata, ma vogliamo scherzarci su. Ecco a voi il nostro podio di Quarantine T

Università di Torino: l’astro italiano che scala le classifiche mondiali
Master, ecco la classifica con il ranking di QS: le italiane vanno forte!
Tensione all’Alma Mater per decidere chi prenderà i fondi del Ministero

Da Marzo 2020 ne abbiamo viste di ogni e la nostra vita è radicalmente cambiata, ma vogliamo scherzarci su. Ecco a voi il nostro podio di Quarantine Trends…

A dirla tutta, a volte vorremmo solo dimenticare quelli che sono stati gli ultimi dodici mesi. Da Marzo 2020 a Marzo 2021 non ce ne siamo visti proprio bene, però vogliamo comunque provare a riderci su. Ecco il motivo per cui oggi vi proponiamo la classifica dei quattro trends che hanno caratterizzato la quarantena e che forse (purtroppo) non saranno riportati sui libri di storia. In compenso, li potrete raccontare ai vostri nipoti…

Partiamo dalla posizione numero quattro, meritevole ma non da salire sul podio: il fenomeno di houseparty. Non era un vero party, eravamo solo annoiati e quindi ci videochiamavamo. Facevamo call anche con quelle persone con cui nella vita di tutti i giorni non parlavamo. Fortunatamente, l’incubo delle chiamate h24 è durato poco.

Medaglia di bronzo per Il fitness casalingo. Lo facevamo proprio tutti, anche i campioni olimpionici di divano agonistico. Eravamo tutti lì con l’app di training della nike e i video di Pamela Reif pensando che almeno saremmo stati pronti alla prova costume. Siamo durati circa dieci giorni, qualcuno anche meno, ma ne siamo usciti con orgoglio.

Secondo posto tutto meritato per l’unica corsa che non puntava a farci dimagrire: la corsa al lievito. Un giorno direte “bambini, godetevi questo lievito… perché ai tempi della pandemia valeva come l’oro”. Ed era proprio così: tutti lo cercavamo e i supermercati erano stati svaligiati. Fa strano raccontarlo già ora, figuriamoci tra un po’ di anni.

Sul podio, vincitore assoluto, il trend delle canzoni dai balconi. Perché eravamo tristi, stanchi, impauriti ma eravamo italiani, quindi dovevamo aggiungere quel tocco di trash mancato alle altre nazioni. Marzo 2020 è stato anche questo: sapere di non essere soli, anche quando si era soli. E forse questo, per quanto folcloristico a tratti, lo inseriranno anche nei libri di storia.

Giovany, questo era la nostra classifica… finiti questi dodici mesi infernali, speriamo di tornare presto alla normalità e che il resoconto del prossimo anno sia fatto di viaggi, cene con gli amici e lezioni in aula.
Ma oltre le speranze… quali sono stati i vostri Quarantine Trends?

#FacceCaso

Di Martina Borrello

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0