Tempo di lettura: 1 Minuti

Terremoto di notizie al TG USA 2.0

Terremoto di notizie al TG USA 2.0

In quest'edizione parliamo di un software che prevede un terremoto, di un vaccino che potrebbe “salvarci” tutti e di un microchip davvero micro. Arch

Identikit illeciti e idrogel improbabili, menomale che c’è il TG USA
È ripetizioni – mania
Telefoni Huawei: addio Google!

In quest’edizione parliamo di un software che prevede un terremoto, di un vaccino che potrebbe “salvarci” tutti e di un microchip davvero micro.

Archiviato un 2020 difficile, continua a combattere contro il Coronavirus e ad indebolirlo con le sue bombe (ogni settimana una nuova Covid News nel box a metà articolo). È il TG USA 2.0 ladies and gentlemen, siete carichi per questa nuova edizione? Allora daje; anzi, C’MON!

Terremoto, prevenire è meglio che curare

E a prevenire ci pensano i ricercatori della Stanford University, che, attraverso le pagine del tabloid britannico DailyStar, hanno presentato un software in grado di anticipare di qualche secondo l’arrivo di un terremoto. Questa Intelligenza Artificiale, che ha preso il nome di DeepShake, sfrutta una rete neurale profonda per analizzare i sismi già avvenuti e prevedere quelli in arrivo. Lo strumento è già stato testato in California (una delle aree più sismiche degli USA), con ottimi risultati.

Curiosità della settimana: nel 2004 la rivista Forbes ha inserito il Rensselaer Polytechnic Institute di Troy (New York) al primo posto nella classifica dei “campus più connessi” in modalità wireless. Tutte le stanze degli edifici dell’ateneo hanno infatti accesso ad Internet ad alta velocità.

Vaccini, non solo Covid

Gli studiosi della Duke University di Durham (North Carolina) stanno infatti provando a realizzare un vaccino che possa essere efficace contro qualsiasi tipo di coronavirus esistente in natura, così da prevenire il cosiddetto “salto di specie”. Questo prototipo di vaccino, illustrato qualche giorno fa su Nature, mira a colpire in particolar modo i virus Sars-CoV1 e Sars-Cov2, incluse le varianti inglese, brasiliana e sudafricana di quest’ultimo, insieme a quelli che invece circolano ancora tra i pipistrelli.

Si è laureato a…Poughkeepsie (New York). Stiamo parlando della co-protagonista di Friends Lisa Kudrow, che ha conseguito una laurea in Biologia presso il Vassar College.

Un micro microchip

È quello messo a punto e descritto su ScienceAdvances dai ricercatori della Columbia University di New York. Il chip misura infatti meno di 0,1 mm³ e può essere impiantato nel nostro organismo con una banalissima iniezione intramuscolare. All’interno di questo chip, invisibile ad occhio nudo e non più grande di un acaro di polvere, è presente un rilevatore della temperatura corporea, ma il team di ricerca sta studiando il modo di rilevare anche la pressione sanguigna e i livelli di glucosio e ossigeno.

Per questa settimana è tutto cari lettori. Il TG USA 2.0 saluta, ringrazia e augura una buona giornata a voi e ai vostri congiunti. Inoltre vi invita to be careful (de ‘sti tempi più del solito) o, se preferite, a FacceCaso.

#FacceCaso

Di Gabriele Scaglione

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0