Tempo di lettura: 2 Minuti

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di Sebaa

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di Sebaa

Nuovo appuntamento con le nostre interviste musicali: oggi è Sebaa a passare sotto le grinfie di Giorgia per parlare del nuovo singolo. Esce gioved

FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di MESS
Sabato 18, il primo disco di Clied è una vera e propria rinascita
Brando Madonia anticipa il suo album con il singolo “I pesci non invecchiano mai”

Nuovo appuntamento con le nostre interviste musicali: oggi è Sebaa a passare sotto le grinfie di Giorgia per parlare del nuovo singolo.

Esce giovedì 9 settembre 2021 Happy Gospel di Sebaa (fuori per Waves Music Agency), un nuovo capitolo che ci avvicina all’uscita dell’EP di debutto Butterfly Radio. Ecco i primi minuti di quello che sarà un mondo stratificato e complesso di influenze, rigorosamente senza genere. Sebaa è dunque un rapper atipico: la musica diventa uno strumento per dire la propria, un esercizio di stile per migliorarsi.

Ecco cosa ci ha raccontato!

In definitiva, di cosa parla Happy Gospel e perchè hai pensato fosse il modo migliore di introdurci al tuo nuovo disco in uscita?
Happy Gospel è rapido, carismatico e immediato. E’ un flusso di coscienza fatto da barre e incastri perfetto per aprire le danze. Rappresenta l’amore e la passione che ci metto, come tanti miei brani è un flusso di coscienza, uno sfogo che non vuole dare un messaggio ma trasmettere pura libertà d’espressione e voglia di mettersi in competizione.

Cosa dobbiamo aspettarci da Butterfly Radio, il tuo nuovo disco?
Tante barre, melodie souleggainti e delle super produzioni di Alby e Luca. Aspettatevi generi diversi e me stesso come filo comunicante fra essi. Aspettatevi l’inizio di una storia.

Ci spieghi cosa intendi per “sovraesposizione dell’ego”?
Intendo dire che tutti parlano e pochi fanno, l’ego è un fondamentale del miglioramento personale dimostramelo coi fatti che sei meglio di me, spingerà tutti e due a fare meglio. in una stanza in ci tutti urlano o urli più forte oppure devi stare in silenzio per fare rumore, e io non ho voglia di urlare.

Nel 2021, chi è un’artista?
Io non ancora, o almeno non credo di aver ancora raggiunto una maturità tale o aver studiato abbastanza per definirmi tale. Credo nel lavoro, nello studio ma al contempo credo nel fare le cose di pancia e nell’uscire dagli schemi altrimenti non è arte altrimenti è replicare. Qualcuno è più portato in una cosa, qualcuno nell’altra bisogna avere pazienza.

Questo è un sito dedicato agli studenti, quindi non possiamo lasciarti andare senza chiederti qualcosa in più sul tuo percorso scolastico!
Ho fatto un istituto tecnico e ho studiato chimica, alla fine non mi è servito molto, ma lo rifarei mille volte per le persone he ho trovato forse tornando indietro avrei scelto un liceo musicale o un artistico ma da più piccolo sono stato un po’ influenzato dai più grandi. Quello che ho fatto però mi ha portato qua e mi sta bene così.

#FacceCaso

Di Giorgia Groccia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0