Tempo di lettura: 2 Minuti

Cosa mi manchi a fare

Calcutta canta il dolore della mancanza. Torpignattara come non l’avete mai vista, raccontata da un bambino cingalese che si aggira senza meta per le

Sei uno studente universitario in cerca dell’anima gemella? Gli atenei abruzzesi hanno quello che fa per te
Educare all’amore: monsignor Enrico Dal Covolo dice sì all’educazione sessuale nelle scuole cattoliche
L’epoca delle relazioni online e le app di incontri

Calcutta canta il dolore della mancanza.

Torpignattara come non l’avete mai vista, raccontata da un bambino cingalese che si aggira senza meta per le strade del quartiere romano pieno di vuoto. L’assenza è infatti il tema principale del nuovo singolo di Calcutta che anticipa l’uscita dell’album “Mainstream” per Bomba Dischi in collaborazione con Pot Pot Records.
“Cosa mi manchi a fare”, questo il nome del brano, parla di problemi di coppia, tematica fondamentale dell’album in uscita a novembre, utilizzando parole semplici, semplici come l’amore.

Con l’aiuto del regista Francesco Lettieri, il video del singolo racconta la mancanza attraverso gli occhi persi di un bambino a cui nessuno presta più attenzione. Alim Hemanto, il simpatico protagonista al centro delle riprese, si trova paradossalmente solo in una città piena di gente. Non c’è parola di conforto che tenga davanti alla sofferenza. Il dolore della mancanza esige di essere vissuto e il contrasto melodrammatico del video coglie pienamente l’essenza di questo stato d’animo.

“Ti prego dimmi cosa mi manchi a fare” è l’urlo disperato di un amore razionalmente finito che voleva solo scomparire in un abbraccio, un gesto intimo e per niente scontato che a volte però può rivelarsi più intenso di un bacio.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0