Tempo di lettura: 3 Minuti

Degrado scolastico: a Foggia e a Roma ci sono i topi!

L'Istituto colpito in Puglia dall'invasione è del Rione Diaz, nella periferia della città. Mentre nella Capitale è la "Emanuela Loi", Scene da Terzo M

Uniti all’Università di Catanzaro per il sorriso dei bambini
L’Università di Verona si scaglia contro il Congresso Mondiale della Famiglia
Scoprendo il Kenya, quello vero. Storie di emancipazione (Pt. 3)

L’Istituto colpito in Puglia dall’invasione è del Rione Diaz, nella periferia della città. Mentre nella Capitale è la “Emanuela Loi”,

Scene da Terzo Mondo e foto che fanno riflettere accompagnano questa nuova giornata in una scuola del “Rione Diaz” nella periferia di Foggia e nella “Emanuela Loi” di Roma. Andiamo con ordine.
L’Istituto pugliese è spesso soggetto a sporadiche invasioni di topi, oltre che essere rifugio sicuro per rane ed altri rettili. Il tutto, a causa del retro dell’edificio: tra erbacce, terra e fanghiglia, si sta creando un vero e proprio ecosistema, da come si legge su FoggiaToday. Inutile stare a sottolineare le ripercussioni sui piccoli alunni e i grossi rischi per la loro salute. Questo anfratto maltenuto finisce inevitabilmente per essere un ponte tra la natura e la Scuola, favorendo improvvisate scampagnate di roditori tutt’altro che piacevoli.

Passando alla situazione nella Capitale, cambia l’ordine degli addendi ma il risultato rimane invariato. L’Istituto di Via della Pisana 357 è risultato infestato da ratti e, come viene scritto in una nota diffusa dai consiglieri Antonio Aumenta e Marco Giudici del Municipio XII, “i bambini resteranno a casa da questa settimana almeno fino a lunedì dopo che i loro genitori hanno richiesto l’intervento dei Carabinieri a causa della presenza di topi”. “[…] Anche noi – si legge ancora nella nota – avevamo denunciato per tempo il problema dei topi sulla base di testimonianze di alcuni bambini che durante l’ora di lezione li avevano avvistati in classe“. Gioia immensa, senza dubbio, per i giovani studenti che avranno questa settimana libera. Il problema, però, è di quelli seri e la situazione non va affatto sottovalutata.

Diciamo che topi e bambini di una scuola elementare sono un’accoppiata che sarebbe il caso di evitare.

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0