Tempo di lettura: 1 Minuti

Cosa scelgono i ragazzi di 3 media? Liceo o Istituti?

Cosa scelgono i ragazzi di 3 media? Liceo o Istituti?

Ecco i primi dati del Ministero dopo l'inizio delle iscrizioni online: i licei si riprendono il loro posto in cima. Cosa vuoi fare da grande? Non lo s

Poche matricole per L’Aquila
Scandalo nei College degli Usa: vip pagano per l’ammissione dei figli
Sono aperte le iscrizioni a scuola

Ecco i primi dati del Ministero dopo l’inizio delle iscrizioni online: i licei si riprendono il loro posto in cima.

Cosa vuoi fare da grande? Non lo so, ma intanto vado al liceo. E’ questa la risposta più probabile che otterreste oggi da un ragazzino delle medie. Eh si, perché alla fine della terza media uno su due sceglie di proseguire la carriera scolastica nei licei. Secondo dati del Ministero dell’Istruzione, i licei vengono scelti dal 53,1% degli scolari delle terze medie. A farla da padrone il liceo scientifico, 24,5% del totale, (anche se vengono scelti gli scientifici senza Latino per lo più n.d.r), poi il classico con il 6,1, in crescita rispetto all’annata 2014/2015, e poi tutti gli altri: artistico, delle scienze umane, linguistico, musicale/coreutico. In netto calo istituti tecnici e professionali, con i secondi che però registrano una flessione più importante.

Riguardo gli istituti tecnici, economico e tecnologico, le scelte sono più improntate alla carriera tecnologica, col 19% delle scelte; l’economico, invece, porta l’11 percento al totale, mentre per gli istituti professionali si registra un calo dal 17,6 al 16,5 %, con il settore dei servizi a limitare i danni. Una curiosità: il 90% delle famiglie sceglie le segreterie online per iscrivere i figli a scuola, mentre gli aficionados della storica segreteria da azzeccagarbugli sono circa il 32%. Insomma, il mondo si muove, e con esso la nostra scuola che non vuole perdere tempo e porta i ragazzi sempre più a specializzarsi prima del tempo; ma c’è ancora qualcuno che non la pensa cosi e che rimane legato ai cari Cicerone, Eschilo, Sofocle ed Euripide. Forse un giorno non ne sentiremo più parlare, troppo vecchio ed inutile il greco si dirà; beh spero personalmente che quel giorno sia lontano, da noi e da me.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0