Tempo di lettura: 3 Minuti

“Città del futuro”: l’ambizione alla portata dei giovani

Un’iniziativa costruttiva colorerà Gaeta: un intero weekend fatto di incontri, dibattiti e dialogo creato appositamente per i giovani. Perché l’ambizi

Zerocalcare all’Università di Bergamo
Tipo da Marmo, vol. 6!
YouTube Greater Fool: ci vediamo al Romics!

Un’iniziativa costruttiva colorerà Gaeta: un intero weekend fatto di incontri, dibattiti e dialogo creato appositamente per i giovani. Perché l’ambizione è di tutti!

Di Carolina Saputo

Sogni, futuro, prospettive: esiste un modo per rendere tutto questo reale? La risposta è si: un intero weekend infatti, che va precisamente dal 14 al 16 Aprile, sarà dedicato al mondo dei giovani con dibattiti che affrontano tematiche estremamente attuali. Ad ospitare l’evento è la città di Gaeta che si rende protagonista dell’universo studentesco con oltre 70 iniziative in calendario, tra cui: impresa e lavoro, impegno sociale, integrazione e multiculturalità, social e sharing. La realizzazione del Festival nasce con l’intento di coltivare i sogni troppo spesso infranti dei giovani liceali, creando nuove prospettive e un percorso che ha il sapore del successo e del futuro. La prima edizione di questo straordinario evento, pensato appositamente per gli studenti che frequentano gli ultimi anni di scuola superiore, è nata da un’idea di Strategica Community S.r.l e supportata dall’Università Luiss Guido Carli e dallo sponsor principale, Intesa Sanpaolo.

Nota bene: nell’embrionale idea del Festival di inserire valide proposte di alternanza scuola-lavoro, risulta accattivante l’offerta della Luiss Business School, che vuole fermamente introdurre sia studenti che docenti nell’economia del mare attraverso un progetto che prende spazio anche per i mesi a seguire, al fine di potersi occupare della progettazione, formazione e realizzazione di validi percorsi scuola-lavoro che siano presenti nell’anno accademico successivo. Altra nota positiva è poi l’istituzione di un concorso nazionale rivolto a tutti gli studenti della scuola secondaria superiore con unico scopo: far capire ai ragazzi quali sono i veri ostacoli alla realizzazione dei propri desideri attraverso un elaborato con tema “Chi sono i ladri del futuro?”

Nessuno osi mettere da parte le proprie ambizioni, nessuno osi farsi rubare la prospettiva di un futuro migliore, diverso.

Di Carolina Saputo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 2