Tempo di lettura: 1 Minuti

Asyncrono torna al top con la sua Monkey Night (Part.2)

Vogliamo raccontarvi i preparativi in vista del grande evento del 19 marzo a Roma. Pezzo dopo pezzo. Articolo dopo articolo. Ri-eccoci. Dovevamo ri-ag

Alfons Mucha arriva a Roma in una mostra senza precedenti
Odd pronto ad esporre ad OutsideGallery
A Roma le opere dei Macchiaioli e non solo…

Vogliamo raccontarvi i preparativi in vista del grande evento del 19 marzo a Roma. Pezzo dopo pezzo. Articolo dopo articolo.

Ri-eccoci. Dovevamo ri-aggiornarci, ebbene ci ri-siamo. Oggi è lunedì, il 19 marzo si avvicina. La data prevista dai ragazzi di TiPiDaEventi, la ‘Monkey Night’ by Asyncrono, sta davvero scaldando i motori. Giovedì scorso avevo dato un’infarinatura generale. Ora è il momento di “fare sul serio”.


Come promesso, è arrivato il momento di svelare qualche altra chicca sulla serata e sul suo mix di arte e musica. Oggi ti parlo degli artisti che esporranno le loro opere all’Atelier Montez di Via di Pietralata 147/a (Roma). Allora, ad impreziosire la location, ci penseranno Grace Art; Soken Phe Crew; Flenghi Carlo Horo. Voglio presentarteli un po’ meglio:

Grace:

Evoluzione /Processo incessante basato su fattori diversi che consiste nel passaggio degli organismi viventi da forme inferiori e rudimentali a forme sempre più complesse nell’essere umano.
Grace Diana Volpe nasce a Roma il 4 dicembre del 1993.
Nel 2012 si diploma all’Istituto statale d’Arte Roma I, indirizzo Pittura.
Successivamente si iscrive all’Accademia di Belle Arti Rufa di Roma, indirizzo Arti Visive/Pittura che attualmente frequenta.
Il percorso artistico di Grace comprende tecniche miste ed eclettiche, legate alla pittura in chiave contemporanea, la sua capacità espressiva si manifesta attraverso particolari segni e colori.
La sua costante partecipazione a manifestazioni artistiche le permette di essere presente come giovane artista, apprendendo sempre di più nel campo dell’arte attuale, estendendo la sua ricerca pittorica.

Soken Phe Crew:

Post Vittorio Montez

34enne socievole, amante di quasi tutte le forme d’ arte. Studia insetti e crea musica digitale.
Nel prossimo Monkey Night, l’evoluzione sarà rappresentata attraverso il suo stile e le sua manipolazione in maniera non banale.

Flenghi Carlo Horo:

Con questa serie di opere, l’artista, vuole focalizzare l’attenzione sul concetto di evoluzione, e sulle sue infinite possibilità, esplorando il concetto di evoluzione incontrollata e rappresentandola attraverso la deformazione della figura, e rafforzando il concetto con la deformazione della prospettiva.
I soggetti, scelti dal regno animale e vegetale, vogliono rappresentare un’alternativa all’evoluzione come la conosciamo, comunicandoci un senso di inquietudine e di orrore, davanti a tale prospettiva.

Fatte le presentazioni, mi preme ricordare che QUI trovi il pre-tesseramento che ti permetterà di entrare all’evento a soli 5€.
Venerdì vi svelerò tutto sui dj, le guests e la musica in generale che assaporerai il 19 marzo. Ti lascio giusto un antipastino veloce, ricordandoti il cuore pulsante di Electrovinyl: “Il concept Artistico di Electrovinyl è in grado di tessere uno stile in cui esperienza e qualità si fondono. La missione è quella di sperimentare nuovi orizzonti musicali attraverso attività analogiche e digitali, utilizzando la creatività degli artisti per un set dai contenuti rigorosamente selezionati”.

Appuntamento a venerdì, #FacceCaso

Di _Riccardo Zianna_

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0