Tempo di lettura: 2 Minuti

Apple: l’evento del 21 Marzo

Apple: l’evento del 21 Marzo

L’impegno in ambiente, salute e privacy da parte della "Mela Morsicata". Di Alice Nieri Nell’evento Apple di ieri, lunedì 21 Marzo, si è parlato di am

Youtube vuole fare musica come Spotify?
E dopo Pokémon Go, ecco a voi Mario Run!
Su Apple sbarca l’album intelligente

L’impegno in ambiente, salute e privacy da parte della “Mela Morsicata”.

Di Alice Nieri

Nell’evento Apple di ieri, lunedì 21 Marzo, si è parlato di ambiente, salute e privacy. Sono passati quarant’anni dalla nascita dell’azienda che fu di Steve Jobs e oggi ci sono circa 1 miliardo di device in circolazione. Proprio per questo motivo Tim Cook ha voluto sottolineare ancora una volta, l’importanza di difendere la privacy dei propri utenti. Un dibattito aperto dopo che l’FBI aveva chiesto di sbloccare un iPhone utilizzato nell’attentato di San Bernardino, ma la famosa “Mela Morsicata”, aveva rifiutato. Cook ha ripetuto infatti che la protezione della privacy è una questione importante che Apple difenderà ad ogni costo.

Anche l’ambiente è una questione molto cara all’azienda leader nel settore telefonia e pc. La maggior parte delle strutture delle loro aziende sono tutte ad energia rinnovabile, per esempio con pannelli solari. Ma anche gli alberi sono protetti: gli imballaggi infatti provengono da foreste sostenibili o da carta riciclata. Tutti i vecchi iPhone che restituiamo all’azienda, vengono riutilizzati. Liam, ad esempio, è un robot automatizzato che smonta gli apparecchi cercando di recuperare più parti possibili.

Si passa poi alla salute con Jeff Williams. Il ResearchKit ha permesso di fare le più grandi ricerche mediche e sta riuscendo per esempio ad aiutare l’autismo, il Parkinson o il diabete. Sono moltissime le università che hanno aderito al progetto, e questo permette di avere più campioni su cui studiare.
Ecco la big news dell’evento: arriva anche “CareKit”, che permetterà di raccogliere informazioni sul proprio stato di salute per tenerci sotto controllo (in maniera positiva, sia chiaro) e migliorare il diritto alla cura.

Di Alice Nieri

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0