Tempo di lettura: 2 Minuti

Reynolds in Uruguay: in arrivo le scuole di “gomma”

Pneumatici riciclati, lattine, bottiglie.. non è la lista della spazzatura, ma il materiale utilizzato dall'architetto Michael Reynolds per costruire

L’arte si fonde con la degenerazione grazie all’idea di un artista cinese
Alternanza scuola-lavoro: gli studenti di Bisceglia fanno pratica da Adn Call Center

Arte di Strada a Messina, l’iniziativa dei GD

Pneumatici riciclati, lattine, bottiglie.. non è la lista della spazzatura, ma il materiale utilizzato dall’architetto Michael Reynolds per costruire una scuola in Uruguay. FacceCaso!

Non è una novità che in Uruguay la politica delle costruzioni e delle energie rinnovabili trovi terreno fertile. Lo è però la decisione, da parte dello stato sudamericano, di costruire una scuola interamente costituita da pneumatici riciclati. L’innovativo progetto si chiama “Erculea Sustenible” e vede come protagonista il piccolo villaggio di Jaureguiberry, dove a partire la 1 febbraio 2016, e per la durata di sole sette settimane, l’architetto Michael Reynolds porterà a compimento la struttura grazie all’aiuto degli operai e di 70 volontari.

scuoladigomma-uruguay
Al termine dei lavori, verrà creato un edificio di 270 mq che ospiterà 100 bambini ogni anno. Un trampolino di lancio per un progetto che (si spera) prenda piede anche nel resto del Paese. Lattine, bottiglie, completamente autosufficiente dal punto di vista energetico ed alimentata da energie pulite, tipico dell’architetto Reynolds, famoso in rutto il mondo per la lotta ad utilizzare materiali economici e soprattutto ecosostenibili. Che prima o poi prenda piede anche in Europa? Staremo a vedere.. #FacceCaso!

Di Francesca Romana Veriani

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0