Tempo di lettura: 2 Minuti

Delta dice no alla stiva: amici a quattro zampe in cabina con il padrone

Delta dice no alla stiva: amici a quattro zampe in cabina con il padrone

Grandi novità per gli amanti degli animali. A partire dal 1 marzo 2016 cani e gatti potranno viaggiare al nostro fianco sull'aereo. Buone notizie per

Ma perché dobbiamo spegnere il cellulare in volo?
Inflighto : il tuo viaggio in aereo non sarà più lo stesso
Nuovo viaggio nuova avventura: ti porto in Kenya con me in un viaggio alternativo! Pt.1

Grandi novità per gli amanti degli animali. A partire dal 1 marzo 2016 cani e gatti potranno viaggiare al nostro fianco sull’aereo.

Buone notizie per chi possiede un amico a quattro zampe. La compagnia americana Delta ha deciso che a partire da marzo, cani e gatti potranno viaggiare direttamente in cabina insieme ai loro padroni. Addio alla stiva, troppo spesso teatro di incidenti, smarrimenti e decessi di animali durante la fase di trasporto.
“Molti di noi in Delta sono amanti degli animali, sappiamo che sono importanti membri delle famiglie – spiega Bill Lentsch, senior vice precident della compagnia – questo cambiamento assicurerà un servizio di alta qualità e affidabilità per gli animali domestici quando i loro proprietari sceglieranno di spedirli con Delta Cargo”.
Per gli animali che superano le dimensioni consentite a bordo, la compagnia prevede infatti il servizio di trasporto “Delta Cargo”, dotato di particolari standard e misure per il trasporto. Gli amici a quattro zampe saranno però liberi di sposarsi assistiti dal personale addetto alla loro sicurezza che si occuperà di intrattenerli durante il tragitto. 
Ad oggi, se pur con qualche difficoltà e costi elevatissimi, quasi tutte le compagnie consentono il trasporto di animali. Ogni compagnia può però stabilire autonomamente i criteri di ammissione degli animali a bordo dell’aereo, scatenando spesso fraintendimenti, e il rischio di non poter portare con sè il nostro compagno di viaggio (emblematico il caso Alitalia del 2012, quando il volo in realtà operato da AirOne non consentì il trasporto di un cane).

Certo è che prima di partire, è buona norma informarsi e portare con sè il kit di sopravvivenza dell’animale viaggiatore: passaporto canino, vaccinazioni ben in vista, ciotole per acqua e cibo, giochi e traversine assorbenti. C’è chi parla di una rivoluzione in atto. Non ci resta che sperare che la decisione di Delta sia da stimolo per le altre compagnie aeree e le spinga a muoversi nella stessa direzione. #FacceCaso

Di Francesca Romana Veriani

 

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0