Tempo di lettura: 1 Minuti

Animalisti si scagliano contro il sindaco: a Firenze è polemica per Jan Fabre

Le prime critiche contro l'artista belga risalgono al 2010. A distanza di sei anni la storia si ripete. Animalisti in piazza contro Jan Fabre. Polemic

Estate Ragazzi di Certaldo: la linea sottile tra arte e atto vandalico
Un progetto per riportare l’arte in serie A
Se il femminicidio si combatte a scuola

Le prime critiche contro l’artista belga risalgono al 2010. A distanza di sei anni la storia si ripete. Animalisti in piazza contro Jan Fabre.

Polemiche a Firenze per l’esposizione Spiritual Guards di Jan Fabre che nella notte tra il 22 e il 23 aprile sarà in città per una performance tra piazza della Signoria, Palazzo Vecchio e il Forte Belvedere.

La prima contestazione nei confronti dell’artista belga, risale al 2010 in occasione della Fabbrica Europa a seguito di una prestazione che prevedeva uccelli vivi in gabbia. A distanza di sei anni, gli animali utilizzati diventano imbalsamati ma il problema non cambia. Gli animalisti chiedono al Sindaco Dario Nardella di rimuovere le sue statue con una petizione che ha già raggiunto più di 3500 firme.

“L’arte è arte, quello è orrore, sono cose che non concepiamo perchè rendono macabro anche un animale grazioso come lo scoiattolo” dice il presidente dell’associazione Gabbie Vuote Onlus Firenze, Mariangela Corrieri in riferimento alla statua di un teschio ricoperto di gusci di scarabei con uno scoiattolo in bocca.

193212106-d5c86a29-d94a-4d39-8cf0-17f7ba4a27df


“E’ inammisibile che una città come Firenze abbia dato a disposizione una piazza famosa in tutto il mondo per far esporre un artista come Jan Fabre che è noto per le violenze sugli animali durante i suoi spettacoli”
si legge nella petizione. Non ci resta che attendere la decisione del sindaco. #FacceCaso

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0