Tempo di lettura: 3 Minuti

Sono queste le 10 città più brutte del mondo?

Sono queste le 10 città più brutte del mondo?

David Tang, columnist del Financial Times ha stilato una lista delle città a suo parere peggiori sulla faccia della terra,tra carattere soggettivo e d

Continua il reportage del mio viaggio in Kenya: oggi fattorie e comunità indigene (pt.2)
L’Europa finanzia due progetti di Ingegneria biomedica in Africa
I libri che viaggiatori e viaggiatrici dovrebbero leggere per preparare i prossimi viaggi!

David Tang, columnist del Financial Times ha stilato una lista delle città a suo parere peggiori sulla faccia della terra,tra carattere soggettivo e dati di fatto. Concordate con questo elenco?

Non si tratta di un ente governativo,l’ONU o chi altro, a stilare tale classifica. Chiariamo subito che si tratta delle considerazioni di un uomo, ma in verità non proprio il primo arrivato a dire la sua, bensì David Tang,importante businessman di Hong Kong ed editorialista del “Financial Times”, insomma non certo parere di poco conto.
Bisogna aggiungere che l’analisi (quella completa racchiude 23 città,ma queste sono le più citate), da lui proposta proprio in un articolo sul celebre quotidiano di finanza, è caratterizzata tanto da una visione dei luoghi, quanto da alcuni dati di fatto, motivazioni politiche e di natura architettonica prettamente oggettivi.


1) CANCUN-MESSICO Passata da ridente località turistica, circondata dal mare e richiamo di moltissimi turisti (soprattutto dagli States), a metropoli del narcotraffico e teatro di battaglia dei cartelli. Con i suoi 600.000 abitanti nel Messico meridionale e un’immersione nel Mar dei Caraibi, non deve comunque ingannare: “In strada-scrive l’autore- noterai meglio i blocchi di cemento opprimenti che dall’alto faceva apparire lo skyline meraviglioso”. Un uragano di pericolo e bruttezza


2) BURNIE-AUSTRALIA Non solo metropoli, anche piccole cittadine, come questa della Tasmania. Alta concentrazione di magazzini e bungalow mal colorati, davvero emblema di anonimo e noioso, con una spiaggia vuota e piena di alghe. Del resto dubito che possa capitarvi di visitarla (almeno spero).


3) MACAO-CINA Eppure è un emblema d’Oriente, la Las Vegas d’Asia, centro attrattivo con alle spalle una lunga storia coloniale. Non basta tutto ciò per evitare la bocciatura di David Tang: “Il giorno dopo essere tornata alla sovranità cinese, sgargianti casinò, alberghi e centri commerciali si sono materializzati, tutti costruiti a tempo di record da avidi americani e cinesi. Ogni anno 17 milioni di cinesi del continente arrivano a Macao e il giro d’affari dei vari casinò e alberghi è pari a 45 miliardi di dollari, sette volte più di Las Vegas. Il prezzo per questa crescita esponenziale è un cantiere gigantesco con design di cattivo gusto e con le repliche orribili della Torre Eiffel e di Piazza San Marco a Venezia, piena di canali e gondole giocattolo. Casinò e centri commerciali ora spadroneggiano, le strade sono morte, la città è piena di un opprimente senso di depressione, disperazione, sconforto e di delinquenza”. Vale ancora la pena visitarla?


4) OUAGADOUGOU-BURKINA FASO Qui inserisco il mio parere personale: una città con un nome del genere, per quanto capitale da 1,6 milioni di abitanti, andrebbe rasa al suolo e ricostruita sotto mentite spoglie.


5) MAPUTO-MOZAMBICO Il giudizio è analogo al precedente, citata come tra le più miserabili città d’Africa. Ma rispetto a molte altre nel continente, non trasuda fascino di alcun tipo.


6) JOHANNESBURG-SUDAFRICA La più popolosa città del Paese, 1,7 milioni di abitanti, nonché metropoli più ricca d’Africa (centro finanziario e industrie diamantifere). Non basta tutto ciò per farla franca: città da un livello di criminalità tra i più alti in tutto il mondo, sporca e da un’architettura per lunghi tratti sconfortante. Poco appeal e senza allegria.

7) CASABLANCA-MAROCCO Lunga la lista Africana,sorprendente agli occhi di molti la scelta della città celebrata con attori come Humphrey Bogart e Ingrid Bergman. La pellicola romantica ha completamente travisato la realtà della città.

8) BANGKOK-THAILANDIA Uno dei centri più dinamici d’Asia, 15 milioni di abitanti e straripante di vita. Ma il businessman, che forse non ha visto “Una notte da leoni 2”, critica pesantemente la bruttezza dei suoi grattaceli e le molte pessime contraddizioni. Vero simbolo dell’Asia caotica e approssimativa.

9) ABU DHABI E DUBAI- EMIRATI ARABI Chi non l’ha visitata o non sogna di farlo? Rischiate di essere smentiti da questo giudizio negativo, che la considera veramente brutta,piena di grattacieli,persone col sogno del denaro facile e turisti pigri. Uno sfarzo composto da eccessi noi la sapremmo definire così: Cafona.

10) LEEDS-REGNO UNITO In verità le città segnalate sono 23, ma tra le più descritte abbiamo anche questa europea. Viene insignita della poco nobile nomea di città davvero brutta nel continente. Simbolo dei centri industriali inglesi, sulla falsariga di quanto descritto in “Hard Times” di Charles Dickens, appare grigia, spenta e poco allettante agli occhi di uno straniero.

E voi? Quale pensate sia una città da aggiungere o levare a questa lista?

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 1