Tempo di lettura: 3 Minuti

Nuvola rosa on tour: campagna assunzioni Microsoft per donne di successo

Il colosso mondiale, insieme ad altre aziende come Accenture, Aviva, Avande, Assus, sono giunti anche quest'anno alla tappa italiana del loro “Nuvola

VMware: i nuovi corsi all’Università
All’Università di Catania da tutto il mondo per studiare il “Family Business”
Torna il LUISS Contest: addio al CV, trovare un tirocinio è tutta un’altra storia

Il colosso mondiale, insieme ad altre aziende come Accenture, Aviva, Avande, Assus, sono giunti anche quest’anno alla tappa italiana del loro “Nuvola Rosa tour”, progetto volto ad avvicinare l’universo femminile e le tecnologie.

Di Irene Tinero

Se sei una giovane, talentuosa, donna, di età compresa tra i 17 e i 24 anni, questa è la tua occasione: non lasciartela scappare!
Dopo aver toccato, negli anni precedenti, le città di Roma, Firenze e Milano, quest’anno il tour si concentra sul Mezzogiorno italiano: Napoli, Bari e Cagliari saranno le tre tappe fissate. A tutto c’è un perché: in Italia il 70 % della popolazione maschile ha un impiego, mentre la percentuale femminile si attesta intorno al 50 %. In Campania le donne, tra i 20 e i 64 anni, che possono vantare un lavoro sono 29,9 %.
Nello specifico Napoli è stata una tappa particolarmente importante: hanno preso parte al progetto le Università della città Federico II e la Suor Orsola Benincasa. Delle ragazze coinvolte, 800 di loro, tra diplomate e laureate, hanno preso parte al progetto e 200 di loro saranno ricevute per un colloquio. Per le altre, in bocca al lupo!
Carlo Purassanta, amministratore delegato Microsoft Italia, nella città partenopea, ha spiegato perché, in termini puramente tecnici, sia importante incentivare il lavoro femminile: “Investire su di loro significa accrescere di 4/6 punti l’anno il PIL italiano”.

Andando nel dettaglio sono previsti corsi di formazione, completamente gratuiti, di programmazione delle app, digistorytelling, selfbranding, Cyber Security e molto altro. L’obbiettivo è quello di avvicinare il mondo rosa alle discipline STEM (Scienza, Tecnologia, Ingegneria, Matematica). Le giovani coinvolte avranno modo di conoscere dei “Role Model”, ovvero esempi di donne che nonostante le numerose difficoltà aggiuntive che il mondo del lavoro impone loro, sono riuscite negli obbiettivi prefissati. Per laureande o neolaureate è riservato il portale “Jobs & Careers”, progetto nel progetto, che prevede un dialogo più diretto con le aziende.

A supportare il tour sono state in primis le aziende di tecnologie, Microsfot su tutte, ma hanno preso parte anche le Nazioni Unite per le Telecomunicazioni, la FMD (Fondazione Mondo Digitale), United States Mission to Italy, il Dipartimento delle Pari Opportunità, la CRUI (Conferenza Rettori Universitari Italiani) ed è sponsor ufficiale dell’evento la stazione RTL102.5, che ha scelto la speaker, Federica Gentile, come loro testimonial.

Ad oggi la Microsoft vanta il 34% dell’occupazione femminile all’interno delle loro aziende, il 4% in più rispetto alla media del mercato mondiale: il fatto che intendano accrescere il numero delle donne coinvolte è sicuramente un merito ed un vanto da riconoscere a questa multinazionale. La commissione europea, grazie anche ad iniziative simili, prevede tra il 2013 e il 2025, 2 milioni e 300 mila posti di lavoro in più per le donne, nel campo delle tecnologie e dell’ingegneria.

Tutti bellissimi, fantastici, positivi propositi per il futuro di noi giovani donne, ma quello che non ci rende pienamente in grado di esultare è il fatto che progetti simili facciano ancora notizia: finché ci stupiremo, finché saremo sottopagate pur avendo gli stessi titoli, finché una gravidanza sarà motivo di licenziamento, vorrà dire che delle differenze ci sono ancora e sono terribilmente forti.

Questo è un inizio, non è nella nostra natura darci per vinte.

Di Irene Tinero

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0