Tempo di lettura: 2 Minuti

Le novità annunciate da Apple

Le novità annunciate da Apple

Andiamo a scoprire le novità presentate al Worldwide Developers Conference di Apple: Ios, App e tutto il resto, la mela cambia veste per la nuova stag

Vedremo un iPhone pieghevole?
Oggi arriva il nuovo Macbook Pro, ma qualcosa è già stato svelato
Gli smart speaker sorpassano gli smartwatch

Andiamo a scoprire le novità presentate al Worldwide Developers Conference di Apple: Ios, App e tutto il resto, la mela cambia veste per la nuova stagione.

Sono state svelate le nuove carte di casa Cupertino. Come ogni anno il Keynote (ossia il grande congresso degli specialisti di settore) ha regalato gli annunci più tecnici, ma allo stesso tempo importanti, che Apple potesse proporre.

Non leggerete di nuovi Iphone, Mac o Ipad, bensì di quei dettagli interni su cui non ci soffermiamo molto, ma che di fatto determinano Apple per quello che è: un’azienda all’avanguardia nel design e nella tecnologia di questo mercato.

E così, al ventisettesimo anno del WWDC, Tim Cook, Ceo Apple, apre il discorso con alcuni dati: 13 milioni di sviluppatori da 74 paesi, oltre mille ingegneri Apple e più di due milioni di App create e scaricate 130 miliardi di volte.
Ma quali sono di fatto le novità presentate?

Siri è destinato a diventare qualcosa di veramente utile: verrà aperto agli sviluppatori in modo da darne maggiore respiro. Intanto sarà collegato alle App, che proprio tramite esso potranno essere cercate, e ai Mac, rendendolo un assistente vocale a 360 gradi. Chicca Italiana, una voce maschile si affiancherà a quella femminile.

L’Apple Watch: l’ultimo arrivato sta per essere aggiornato a WatchOs 3, che punta ad aumentare la velocità, cambiando con uno swipe l’interfaccia dell’ora. In arrivo anche l’Activity Face, con gli obiettivi di movimento direttamente sotto all’ora, e da non sottovalutare Scribble, che permetterà di scrivere le parole tracciandole con un dito sullo schermo.

Il software dei computer va invece a rinnovarsi nel nome, diventando macOS, con riconoscimento individuale e niente più password per accedere al desktop, ma uno sblocco attraverso il Watch. Già detto di Siri che sbarca anche qui, la sua implementazione appare molto estesa in modo da interagire con le altre funzionalità del sistema operativo, ad esempio trascinando i risultati di ricerca di Siri dentro le app e l’invio di contenuti direttamente nel centro notifiche.

Ios10 è però il più atteso: l’aggiornamento degli Iphone si preannuncia come il più grande di sempre, denominato “milestone”, pietra miliare, dovrà diminuire la complessità d’uso dei dispositivi. Grazie anche all’aggiornato Siri, potremmo snellire molte pratiche, rispondendo ad esempio ad un messaggio parlando all’assistente.
Ma spazio ce n’è anche per il resto, come le mappe, completamente ridisegnate e capaci di mostrare il traffico in tempo reale da punto A a punto B (modificare il percorso live per evitare ingorghi). Apple Music è stato totalmente ridisegnato, per un’esperienza più fluida.

Due innovazioni assolute sono però Home e Messaggi. La prima diverrà l’App per le case tecnologiche che stanno nascendo, ossia quella branca chiamata Domotica. Con essa riuscirete a governare le case collegate con il semplice Iphone.
Messaggi invece si trasforma, aprendosi agli sviluppatori e con un negozio tutto suo ( di fatto una piattaforma); per quest’ambito ricordatevi i bot e le potenzialità che garantiranno alle chat.

Apple lavora all’oscuro tutto l’anno, anche se non analizzata da un utente medio, è pronta a riversare sul mercato tantissime nuove funzionalità. In attesa che diventino operative, non scordatevi mai quante peculiarità possa garantirvi un singolo prodotto!

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0