Tempo di lettura: 1 Minuti

Sigilli alla “Casina favolosa” di Piazza Bologna: è della ndrangheta

Il bar al centro della piazza, punto di ritrovo per centinaia di universitari, è stato posto sotto sequestro proprio oggi dalla Guardia di Finanza. Le

“La Mafia andrebbe studiata all’Università”
Tutti a scuola, nessuno con la mafia
Capirci qualcosa di Mafia all’Università? Alla Bocconi c’è l’associazione BSOC

Il bar al centro della piazza, punto di ritrovo per centinaia di universitari, è stato posto sotto sequestro proprio oggi dalla Guardia di Finanza.

Le mani della mafia sono ovunque, in particolare nei posti che viviamo quotidianamente, a cui meno ci verrebbe da pensare un certo collegamento criminale.

Invece proprio qui si trova il cuore pulsante del riciclaggio mafioso: locali, bar, ristoranti e quant’altro, acquistati e utilizzati in maniera poco chiara, per fini che potete immaginare da soli.
La Casina Favolosa è una struttura fissa, un po’ chiosco, collocata nel giardino centrale della piazza, proprio di fronte la famosa centrale Postale, uno degli edifici delle poste più grandi di Roma. La piazza in generale è punto di ritrovo per moltissimi studenti universitari, in particolare chi frequenta La Sapienza, e questo era uno dei luoghi simbolo, dove andarsi a prendere un caffè o bere una cosa la sera.

Il Messaggero riferisce che le indagini sono partite lo scorso mese di ottobre, portando alla luce un imprenditore calabrese che avrebbe investito dei soldi tramite prestanome per acquisire società della ristorazione. Lo stesso imprenditore è considerato vicino al clan Mancuso e a lui è riconducibile l’azienda “La Casina Favolosa 2014 Srl”, la società proprietaria del bar. Dopo tutti gli accertamenti, i Finanzieri hanno provveduto a sigillare il bar, chiudendo un altro locale, tanto frequentato quanto indirettamente criminale. Che tristezza.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0