Tempo di lettura: 2 Minuti

A Roma Tre filmava le donne nei bagni: arrestato

Con un iPhone si aggirava nei bagni delle facoltà, 42enne serbo viene accusato per interferenze nella vita privata e ricettazione. Sembra la scena di

Comunicazione insegnanti-alunni: le strategie più efficaci
Egizi? Un’università ne studierà la storia sociale
La musica 8D è il fenomeno del momento! Ecco cos’è e perché tutti ne vanno pazzi

Con un iPhone si aggirava nei bagni delle facoltà, 42enne serbo viene accusato per interferenze nella vita privata e ricettazione.

Sembra la scena di un film a luci rosse o una commedia all’italiana, e invece è l’apertura di un fascicolo da parte del pubblico ministero Cinzia Dell’Aglio: reato di interferenza illecita nella vita privata e ricettazione, condanna fino a 5 anni di reclusione.

La vicenda è venuta fuori nella facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Roma Tre, dove un uomo di 43 anni Serbo andava per riprendere le studentesse nella loro intimità.

Scoperto e arrestato, è emerso che abitava in una roulotte parcheggiata nei pressi dell’università, e dal settembre del 2012 aveva cominciato a introdursi nell’edificio e pianificato il modo per “operare” in tal modo. Per tutto ciò utilizzava un iPhone rubato che lasciava nel bagno per registrare ogni ragazza, ma il telefono è stato ritrovato e le forze dell’ordine hanno potuto procedere con l’arresto.

Di Umberto Scifoni

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0