Tempo di lettura: 1 Minuti

Paghetta alla riscossa

Paghetta alla riscossa

La Carta dello Studente diventa anche prepagata ricaricabile. Arriva un aiuto per l'educazione finanziaria dei giovani. Quanti di noi hanno preso la f

Spotify, lingue e tanto altro nel bonus per i diciottenni
Carta IO STUDIO, che cos’è?
Perugia sconta gli studenti

La Carta dello Studente diventa anche prepagata ricaricabile. Arriva un aiuto per l’educazione finanziaria dei giovani.

Quanti di noi hanno preso la famosa paghetta? Ogni settimana, papà o mamma ci dava un po’ di soldi per farci sentire grandi e responsabili. La generazione di questi ultimi anni, tuttavia, è molto più pretenziosa poiché i ragazzi escono frequentemente già all’età di 12-13 anni, quando noi del ’90 giocavamo ancora con le figurine.

Per stare al passo con un mondo che cambia e con le necessità di una gioventù diversa e più dinamica, anche l’universo che riguarda l’educazione finanziaria dei giovani ha avuto bisogno di adeguarsi. Ricordi la Carta dello Studente IoStudio? Era una carta valida per gli studenti minorenni che attestava lo status di studente in Italia e all’estero e che dava la possibilità di ricevere sconti su alcune attrazioni, musei, eventi in giro per il mondo.

Da poco, tuttavia,

questa carta si è unita con Visa e Poste Italiane per dar vita ad una prepagata ricaricabile che agevola il possesso di denaro per gli studenti fino ai 18 anni.

I genitori, infatti, potranno mettere sulla IoStudio Postepay la paghetta che avrebbero dato a mano ai loro figli. Tramite il sito dedicato, inoltre, è possibile conoscere quali sconti sono riservati a tutti i possessori di questa carta.

Il Banco Posta, poi, cederà un corrispettivo in denaro ogni 5 euro di sconti maturati sulla carta di ogni ragazzo. Questa carta è un buon modo per gestire la questione ‘economia’ con i ragazzi che ancora non sanno cosa significa guadagnare e organizzare il denaro. I genitori potranno stare tranquilli che i loro figli avranno a disposizione un tetto massimo contenuto e i ragazzi potranno pagare le loro spese in tutta sicurezza.

Di Giulia Pezzullo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0