Tempo di lettura: 2 Minuti

I buoni propositi della circolare sui reclami scolastici

Solo relazioni positive, responsabilizzazione nelle scuole: i reclami passano prima per la Presidenza, niente ricorso a ispezioni esterne se non in ca

Aggressione alla scuola Guido Galli ai danni della Preside
Benessere, la scuola dice SÌ!
Arrestata a Rimini la maestra che maltrattava gli alunni

Solo relazioni positive, responsabilizzazione nelle scuole: i reclami passano prima per la Presidenza, niente ricorso a ispezioni esterne se non in casi di estrema necessità!

Di Silvia Carletti

La Regione Lazio con l’ultimo emendamento emanato il 6 Luglio si preoccupa dei rapporti tra studenti e docenti e tra questi e le famiglie, perché capisce che da queste delicate relazioni solitamente si originano la maggior parte dei fraintendimenti e delle disarmoniche controversie scolastiche.

Che, spesso, degenerano in contenziosi e denunce, coinvolgendo un po’ tutti per motivi a volte anche banali. La scuola non può e non deve tenersene fuori, piuttosto essere un elemento di conciliazione e di dialogo che sappia intervenire nel momento in cui queste situazioni delicate vengono a crearsi. Questo è il proposito dell’ultima circolare dell’Ufficio Scolastico della Regione, proposto vivamente dai genitori di molti alunni che chiedono direttamente alle scuole, e quindi ai dirigenti in primis, di prendersi la propria parte e la loro responsabilità nelle relazioni tra genitori ragazzi e professori, facendo in modo che non si debba ricorrere all’amministrazione e alla burocrazia.

Il passo è semplice, richiede soltanto la collaborazione e la supervisione dei presidi scolastici:

i genitori sporgono il loro reclamo, che si tratti di una problematica didattica o personale, e la dirigenza decide quali accettare e quali respingere, secondo criterio motivato e riportato per iscritto.

E per il rendimento scolastico e i voti? La procedura è la stessa, gli interessati devono rivolgersi direttamente alla presidenza, che con questo emendamento regionale ha ricevuto tutte le istruzioni e le informazioni utili e necessarie per favorire relazioni positive all’interno del proprio istituto. Vedremo un po’ come la prenderanno i dirigenti a partire dal prossimo Settembre, la Regione da parte sua li ha ammoniti e forse anche un po’ caricati di pressioni…

Di Silvia Carletti

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 1