Tempo di lettura: 1 Minuti

Bicocca sbarca su Snapchat

Bicocca sbarca su Snapchat

Nasce il canale per gli studenti della Bicocca per condividere momenti di vita accademica e iniziative universitarie. Snapchat è il neonato fratellino

M5S, il caso del master tarocco
Sogni di diventare influencer? Ora c’è un corso universitario che fa al caso tuo!
Come dilla tutta: un workshop tra comunicazione e scienza

Nasce il canale per gli studenti della Bicocca per condividere momenti di vita accademica e iniziative universitarie.

Snapchat è il neonato fratellino della grande famiglia dei social network. Permette di pubblicare piccoli video da 10 secondi e immagini a tutto schermo su cui scrivere o disegnare. La novità? Tutti i contenuti multimediali spariscono dopo 24 ore! È un social dinamico, di certo il più particolare di quelli che conosciamo. È fresco, divertente e simpatico ed è utilizzatissimo dai ragazzi. Infatti, è sempre bello poter ridere e divertirsi apprendendo anche qualche news dal mondo.

Questo fatto non è sfuggito all’Università Bicocca che, un po’ per svecchiare la sua immagine, un po’ per attirare nuove matricole, ha deciso di crearsi un account Snapchat ufficiale. Diego Di Donato, gestore dei social network dell’ateneo ha affermato: “Avevo dei dubbi all’inizio. La molla è scattata dopo un corso di formazione sull’uso dei nuovi canali di comunicazione. È un social molto usato dai giovanissimi“. Sulla piattaforma, tuttavia, già erano presenti dei geofiltri per l’università, tramite i quali Di Donato è riuscito a mettersi in contatto con Lorenzo Bini, uno studente che gestisce già un suo account personale. La Bicocca ha chiesto al ragazzo di creare altri geofiltri per eventi accademici e gli ha anche offerto uno stage per il terzo anno di studi.

L’idea è quella di coinvolgere gli studenti con piccole news temporanee in merito alle iniziative dell’università. Non solo, Di Donato afferma di aver pensato anche al coinvolgimento diretto dei professori in modo da rendere i corsi più dinamici e interattivi. Già il rettore Cristina Messa si è lanciata alla scoperta di Snapchat, postando un video di incoraggiamento che ha raggiunto quasi 600 visualizzazioni.

Il gestore dell’account sottolinea, anche, che sono gli stessi studenti a mandare video e foto di reazioni chimiche o feste di laurea per condividere i momenti accademici con tutta l’università. La prospettiva è fresca e non può che portare aspetti positivi alla Bicocca. La rete di comunicazione telematica è, ormai, il principale veicolo di scambio di informazioni. Quale miglior modo per far girare voce su corsi, test d’ingresso e attività di ateneo?

Di Giulia Pezzullo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0