Tempo di lettura: 1 Minuti

Il primo passo per trovare lavoro è avere un curriculum che spacchi!

Il primo passo per trovare lavoro è avere un curriculum che spacchi!

Per essere competitivi nella ricerca del lavoro bisogna essere originali, a partire dal curriculum. Ecco i tipi di CV che ti danno una “marcia in più”

Sogni di diventare influencer? Ora c’è un corso universitario che fa al caso tuo!
Bicocca sbarca su Snapchat
Bebe Vio non si ferma mai: Olimpiadi di Tokyo e poi laurea!

Per essere competitivi nella ricerca del lavoro bisogna essere originali, a partire dal curriculum. Ecco i tipi di CV che ti danno una “marcia in più”.

La monotonia, la noia e l’avere tutti le stesse cose, non funzionano più. È vero, a oggi il lavoro per i giovani scarseggia, e proprio per questo noi dobbiamo sforzarci di fare quel “di più” che ci contraddistingua dagli altri. Perché non partire dal curriculum?

Ve la ricordate la storia del ragazzo che dopo aver scritto nel curriculum di saper parlare veneto, venne assunto? Beh, potete leggere la nostra intervista proprio qui. Ma il morale della favola è che il sapere parlare “veneto” in un Paese straniero è un’abilità totalmente inutile da inserire in un CV; ma quella volta fu premiata la simpatia e l’originalità. È questo quello a cui dobbiamo puntare.

Abbiamo già parlato delle esperienze che in un curriculum non possono mancare (vai all’articolo), e anche degli errori da non fare assolutamente nella stesura del CV (vai all’articolo). Oggi invece focalizziamoci proprio sul curriculum in sé: esistono dei tipi di “curriculum creativo” che nessuno prende in considerazione, ma potrebbero essere la chiave per trovare subito lavoro!

Curriculum infografico

Viene anche detto infocurriculum, è un tipo di CV molto schematico in grado di catturare l’attenzione di chi lo legge. Ci si può sbizzarrire con la fantasia e la creatività per renderlo il più personale possibile.

In questo CV le competenze e le esperienze lavorative sono evidenziate e presentate in forma grafica, si può decidere di far risaltare le esperienze più importanti.

E chi non sa come creare delle grafiche accattivanti? Non c’è problema, esistono delle app che facilitano il lavoro. Per esempio Visualize.me oppure Infogram.com o ancora Datawrapper.

Curriculum grafico

Per gli amanti della semplicità e della linearità un’opzione più originale del classico CV è il curriculum grafico. Con un po’ di creatività, un banale pezzo di carta può diventare un’opera di design. Si possono inserire delle illustrazioni, oppure utilizzare diversi colori.

Videocurriculum

Recentemente la “moda” del videocurriculum si è diffusa anche in Italia. È un nuovo modo per presentarsi che può risultare estremamente creativo e innovativo. Con questa modalità ognuno di noi ha l’opportunità di mostrarsi e di presentarsi come se si trovasse davanti al suo datore di lavoro. È il modo ideale per dimostrare le capacità relazionali e comunicative. Di sicuro, è il curriculum meno consigliato per i timidoni!

Il videocurriculum può anche costituire un “di più”, che non vuol dire che debba per forza sostituire il CV cartaceo. Anzi, è consigliabile caricare il proprio videocurriculum su Youtube e inserire il link diretto al vostro video all’interno del CV.

#FacceCaso

Di Chiara Zane

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0