Tempo di lettura: 1 Minuti

Sul buono scuola pesano le assenze

Criteri di distribuzione del premio docente che potrebbero risultare discriminatori. #FacceCaso. È giusto utilizzare il criterio delle assenze/presenz

Calabria: 17mila firme contro la Legge 107
Vento di novità nella Scuola italiana: ecco la situazione dei docenti
La storia di Vincenzo Diaferia e il paradosso della riforma di Renzi

Criteri di distribuzione del premio docente che potrebbero risultare discriminatori. #FacceCaso.

È giusto utilizzare il criterio delle assenze/presenze dei dipendenti per valutarne la prestazione? E’ con questo quesito che mi accingo a parlare dell’art. 1 commi 126 e 127 della L. 107/2015. A quanto pare, anche nel pubblico impiego (che dovrebbe guardare con un occhio di riguardo a potenziali fattori discriminatori quali malattia, maternità, paternità) le assenze dei dipendenti avranno un peso determinante per l’attribuzione del tanto discusso buono scuola introdotto dalla riforma di Renzi.
Come molti lettori già sapranno il “buono scuola” non è altro che un compenso in denaro atto a valorizzare il lavoro di alcuni docenti di ruolo secondo criteri per il momento ancora sconosciuti. Genericamente, la legge sulla “buona scuola” si dovrebbe limitare ad individuare i criteri in base a:

1)qualità dell’insegnamento
2)risultati ottenuti dal docente in relazione alle competenze degli alunni e dell’innovazione didattica
3)responsabilità assunte nel coordinamento organizzativo

Di qualche giorno fa la notizia che inserisce tra i criteri di scelta, un limite massimo di assenze per poter accedere al bonus, a qualsiasi titolo esse siano dovute, fattore discriminatorio per definizione anche sotto il profilo della tutela della parità di genere (vedi la maternità). Resta quindi il dubbio che la scelta dei criteri adottati possa penalizzare i più deboli. Considerando la delicatezza della situazione, sarebbe opportuno che la tematica venisse affrontata con maggior attenzione ai fini di evitare fattori discriminatori. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0