Tempo di lettura: 3 Minuti

Nuovo bando INPS per le borse di studio

Nuovo bando INPS per le borse di studio

Oltre 7mila borse di studio in palio per l'anno scolastico 2016/2017 per le scuole medie e superiori. L'INPS concede aiuti economici per gli studi da

Se i “grandi” ci assumono ricevono un bonus, #FacceCaso
Dalla ‘no tax area’ alle agevolazioni: cara Università, molla i nostri portafogli!
Voglia di viaggiare in Europa? Scopri tutti gli sconti per i giovani

Oltre 7mila borse di studio in palio per l’anno scolastico 2016/2017 per le scuole medie e superiori. L’INPS concede aiuti economici per gli studi da 750 a 1300 euro.

L’INPS ha aperto un nuovo bando per la distribuzione di 7741 borse di studio per l’anno scolastico 2016/2017. I destinatari di queste agevolazioni sono gli studenti delle scuole medie e delle scuole superiori che rispondono a determinati requisiti.

Prima di tutto, le famiglie richiedenti dovranno presentare un ISEE valido secondo il quale sarà stabilito l’importo della borsa; in merito a ciò, il valore può variare dai 750 ai 1300 euro. Inoltre, potranno fare domanda solo i figli (o gli orfani) dei dipendenti iscritti al Fondo Ipost, di quelli iscritti alla Gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali e alla Gestione Assistenza Magistrale o dei pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici. Inoltre, gli studenti non dovranno risultare già possessori di borse di studio precedentemente cedute dall’INPS.

Per quanto riguarda i requisiti di bravura richiesti ai ragazzi, ci sono piccole differenze tra le scuole medie e le scuole superiori.

  • Per la prima categoria si richiede: la promozione con voto minimo 8 su 10 nell’anno scolastico appena terminato (6 su 10 se lo studente è disabile) e non essere stati bocciati per più di una volta.
  • Per la seconda categoria, invece: la promozione come già descritta per i primi quattro anni di scuola, il conseguimento del diploma con voto non inferiore a 80/100 (60/100 se lo studente è disabile) e non essere stati bocciati per più di una volta.

Le borse di studio sono divise per importi e per sezioni di appartenenza dei genitori dei ragazzi. In modo particolare, per la Gestione unitaria prestazioni creditizie e sociali si distinguono 950 borse da 750 euro per il terzo anno delle medie, 3350 borse da 800 euro per i primi quattro anni di scuola superiore e 1615 borse da 1300 euro per l’anno del diploma.

In merito alla Gestione Assistenza Magistrale, invece, sono disponibili 300 borse da 750 euro per l’ultimo anno delle medie, 1000 borse da 800 euro per i primi quattro anni di scuola superiore e 450 borse da 1300 euro per l’anno del diploma. Infine, 76 borse dal valore di 1300 euro sono riservate alla Gestione ex Ipost e destinate ai ragazzi che devono diplomarsi.

Per partecipare al bando di assegnazione è necessario iscriversi alla Banca dati delle Prestazioni creditizie e sociali INPS e richiedere un codice PIN per accedere al proprio profilo. In seguito, bisogna presentare la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) da cui si desume l’ISEE familiare.

Il format online a cui fare fede aprirà il 21 settembre e sarà attivo fino al 20 ottobre. Una volta inoltrata la domanda, l’INPS invierà una email con la ricevuta d’iscrizione a tutti i partecipanti.

Di Giulia Pezzullo

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0