Tempo di lettura: 3 Minuti

Genitori uniti contro le difficoltà del web

Genitori uniti contro le difficoltà del web

Un campus per aiutare i giovani ad imparare ad usare internet. Spesso sentiamo parlare di corsi che avvicinino gli anziani al mondo della tecnologia,

Entro il 2030 moriranno 69 milioni di bambini
Scoprendo il Kenya, quello vero. Storie di emancipazione (Pt. 3)
In Libia la scuola non è più un diritto ma un privilegio di pochi

Un campus per aiutare i giovani ad imparare ad usare internet.

Spesso sentiamo parlare di corsi che avvicinino gli anziani al mondo della tecnologia, che aiutino gli adulti ad utilizzare strani programmi sul pc utili per il loro lavoro. Ma mai avevamo sentito di un festival che avvicinasse i giovani a questo mondo. Come se ce ne fosse bisogno. Invece, l’Associazione WEB Genitori ha organizzato, dal 29 al 2 settembre, l’”HappyNet Summer Camp”, un camp rivolto a ragazzi tra gli 8 e i 12 anni che gli insegni un approccio costruttivo al mondo del web.

Secondo Maria Pia Serlupini, garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza, sarà “un’iniziativa importante, che percorrerà la giusta direzione di formare ed istruire i ragazzi ad un uso corretto ed utile della nuove tecnologie. Tra il demonizzare tutto quello che viene offerto dal web, oppure lasciare i ragazzi liberi di avventurarsi da soli in questo complesso mondo, resta senz’altro migliore la scelta di formare ed educare le nuove generazioni ad utilizzare ed affrontare in maniera consapevole quello che sarà un elemento centrale ed importantissimo della loro vita futura”.

La dottoressa Serlupini conclude poi così: “Seneca sosteneva che non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare, obiettivo prioritario della nostra società deve essere quello di aiutare i giovani a conoscere e comprendere per poter poi ognuno, autonomamente, scegliere il proprio destino”.

Di Giulio Rinaldi

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0