Tempo di lettura: 2 Minuti

Brescia: la riforma della scuola parte anche da noi

Brescia: la riforma della scuola parte anche da noi

Nuovi approcci alla formazione, scuola e lavoro che cambiano per garantire un futuro migliore. #FacceCaso. Per Brescia si apre un'opportunità strategi

Brescia: a un mese dalla prima campanella ancora centinaia di cattedre vuote
Università di Brescia e manifattura 4.0
Discriminazione tra i banchi di Brescia: liceo nella bufera

Nuovi approcci alla formazione, scuola e lavoro che cambiano per garantire un futuro migliore. #FacceCaso.

Per Brescia si apre un’opportunità strategica che allineerà media, alta formazione e mercato del lavoro. È richiesta un’educazione meno nozionistica è più esperienziale, l’organico potenziato di docenti dovrà aprirsi a un nuovo modo di conoscere: meno ore d’aula frontali e più perfezionamento extra curricolare, aule miste multiclasse sui temi interdisciplinari e laboratoriali. Anche l’orario standard verrà cambiato, si passerà infatti dalle 18 ore alle 15 o addirittura 14 di tipo curricolare, liberando tempo per attività più sperimentali e applicate.

Si potranno apprendere competenze di informazione technology applicandole alle attività musicali o archivistiche, oppure studiare matematica applicandola allo sviluppo urbano, così come le lingue in associazione alle forme di comunicazione verbale e non. Insomma, una scuola, quella della riforma, che porterà creatività, innovazione e qualità del capitale umano di cui Brescia ha sicuramente bisogno. #FacceCaso.

Di Francesca Romana Veriani

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0