Tempo di lettura: 1 Minuti

Alternanza Scuola-Lavoro: proteste e parrucche al McDonald’s di Milano

Alternanza Scuola-Lavoro: proteste e parrucche al McDonald’s di Milano

Questa alternanza Scuola-Lavoro sta creando non pochi problemi. Si continua a parlare di alternanza Scuola-Lavoro. Il 5 novembre a Milano si è infatti

Ecco come la scuola affronta il tema della disabilità
FacceSapè: ecco la nostra intervista per il nuovo singolo di CASX
Italianistica? Devi essere un laureato da 100!

Questa alternanza Scuola-Lavoro sta creando non pochi problemi.

Si continua a parlare di alternanza Scuola-Lavoro.
Il 5 novembre a Milano si è infatti svolta l’ennesima protesta.

Protagonisti una ventina di studenti che si sono schierati contro l’accordo firmato fra il Miur e la nota catena McDonald’s, partecipando al blitz organizzato in uno dei vari punti vendita situato a piazza San Babila.

L’accordo siglato fra il Miur e la multinazionale permetterà di offrire circa diecimila percorsi formativi all’interno dei 500 spazi messi a disposizione dalla catena rivolti agli studenti dell’ultimo triennio scolastico delle scuole secondarie superiori.

Parrucche rosse, nasi da clown e megafoni sono state le armi di questa protesta, che ha visto entrare verso le 14:00 molti manifestanti nella sede di San Babila per ribadire le loro posizioni, ragioni e perplessità.

Un’azione durata 15 minuti che, oltre ad infastidire visibilmente i clienti all’interno della struttura, è servita ai ragazzi come manifesto pratico della loro protesta.

Di Laura Messedaglia

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0